Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Rapine a Bologna, ferita cassiera leccese. Arrestato 30enne di Varese

La donna lavora per un Plenty Market del capoluogo emiliano. Reagendo al malvivente, armato di forbici, ha rimediato un taglio alla mano. L'uomo, autore di ben due colpi, è stato arrestato dalla squadra mobile, grazie ai filmati

 

BOLOGNA – Da Varese avrebbe fatto spesso e volentieri “viaggi di lavoro” verso Bologna. La sua missione: rapinare supermercati. Ma in uno di questi episodi, ha finito anche per ferire una cassiera. Si tratta di una 36enne di Lecce, che ha rimediato in taglio a un dito della mano sinistra, nel tentativo di non farsi sopraffare dal malvivente. Quest’ultimo si chiama Matteo Belli, 30enne, varesotto. Ed avrebbe ammesso le due rapine attribuitegli.

Bologna, Belli, la conosceva bene, perché fino all’estate scorsa, prima di trasformarsi in rapinatore, vi aveva lavorato come magazziniere in una ditta. Poi, era stato licenziato. E i soldi gli sarebbero serviti per acquistare eroina. Le due rapine sono avvenute in supermercati della catena Plenty Market. Ad incastrare il 30enne, i nastri delle videocamere di sicurezza, visionate dagli agenti della squadra mobile.

Belli è stato riconosciuto, anche per via di alcuni precedenti penali. Il primo assalto risale al 14 gennaio, in via Massarenti. Qui, ha minacciato con un coltello la cassiera, portando via un centinaio di euro. Il giorno successivo, il colpo in via Irnerio. Ma qui le cose non sono filate del tutto lisce. La rapina gli ha fruttato un bottino più sostanzioso, di circa 600 euro, ma, nella foga, ha anche ferito la cassiera leccese. In questo secondo caso, Belli ha usato un paio di forbici. La donna, reagendo, è rimasta, colpita di striscio: lesioni guaribili in sette giorni. Belli è stato rintracciato a Varese, dov’era tornato a vivere. E’ stato rinchiuso in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine a Bologna, ferita cassiera leccese. Arrestato 30enne di Varese

LeccePrima è in caricamento