Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Doppio assalto nella serata. Vittime un tabaccaio e una parrucchiera

Il titolare di una rivendita di tabacchi, a Novoli, è stato bloccato da tre individui e poi ferito alla testa mentre una giovane acconciatrice è stata minacciata con un coltello. É caccia agli autori

Foto di repertorio (tutti i diritti riservati)

SOGLIANO CAVOUR - Ha chiuso, scrupolosamente, il salone della parrucchiera presso cui lavora, per poi imboccare la direzione di casa. Poco dopo l'orario di chiusura, nella serata di ieri, un uomo, sotto la minaccia di un coltello, ha costretto la giovane coiffeure, una 26enne di Sogliano Cavour, a farsi consegnare il contante a disposizione. La donna, però, non aveva che appena una decina di euro, custoditi nel proprio portamonete. Nonostante la somma esigua, l'uomo, dal volto coperto, non ha comunque rinunciato al bottino. Dopo essersene impossessato, si è poi dileguato per le vie della zona a piedi, senza lasciare tracce. I carabinieri della stazione di Cutrofiano, che si stanno occupando dell'episodio, hanno avviato una serie di indagini, per raccogliere elementi utili alle ricerche. Intanto, è caccia al rapinatore.

Ma, durante la serata, neppure il comune di Novoli è stato risparmiato dalla furia di alcuni  malviventi, nè dalla loro cieca violenza. Un tabaccaio della zona, Vito Norberti, di 47 anni, dopo aver lasciato la propria attività, nel centro del paese, in via Madonna del Pane, si trovava all'altezza della propria abitazione. In tre, però, lo hanno bloccato. Col volto travisato, e armati di fucile e coltelli, si sono dapprima impossessati del portafogli della vittima, contenente circa 500 euro,  per poi palesare le vera intenzione: quella di accedere nella casa dell'uomo. Il tentativo di ribellione, da parte dell'uomo, non solo si è rivelato  vano, ma addirittura controproducente. Dopo averlo colpito alla testa, presumibilmente con il calcio della pistola, i tre autori hanno cercato di fermare la vittima, spaventati dal rischio che potesse dare l'allarme.  Perso il controllo della situazione, si sono dati alla fuga, a bordo di una monovolume nera.

Accompagnato dai propri familiari presso l'ospedale, al tabaccaio sono state medicate le ferite, fortunatamente lievi, giudicate guaribili in pochi giorni. Ascoltato dai carabinieri della stazione di Novoli, il 47enne ha fornito alcuni indizi, utili agli inquirenti che, in queste ore, si sono messi alla ricerca dei tre malviventi.

 

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio assalto nella serata. Vittime un tabaccaio e una parrucchiera

LeccePrima è in caricamento