Cronaca

Rauccio, parco a rischio: scoppia incendio nel canneto

Le fiamme sono divampate in mattinata e riprese nel pomeriggio a ridosso dell'oasi naturale. Immediato l'intervento di corpo forestale e vigili del fuoco che hanno lavorato per circoscrivere il rogo

Vigili del fuoco impegnati nello spegnimento delle fiamme in una pineta (foto dall'archivio di LeccePrima)

Ancora una volta un'oasi naturale minacciata dalle fiamme. Lasciata alle spalle un'estate a dir poco tormentata, l'incubo dei roghi e dei presunti piromani torna anche in questo scorcio d'autunno. In mattinata ha preso fuoco il canneto a ridosso del parco di Rauccio, uno dei più importanti polmoni verdi alle porte del capoluogo. L'intervento degli operatori è stato, in questo caso, pressoché immediato, per scongiurare il rischio che le fiamme (molto probabilmente di origine dolosa) si propagassero fin nel centro, intaccando il parco e creando i presupposti per una nuova catastrofe ambientale. I salentini hanno ancora negli occhi la devastazione dell'oasi naturale delle Cesine di quest'estate, quando decine di ettari sono stati letteralmente divorati da lingue di fuoco alte decine di metri.


Sul posto si sono recate diverse squadre del corpo forestale dello Stato e dei vigili del fuoco del comando provinciale, portando con sé anche una cisterna con 3mila 500 litri di acqua. Gli operatori hanno "cinto d'assedio" l'epicentro delle fiamme, evitando che l'incendio si estendesse ulteriormente. Ma le fiamme, che si credeva fossero state estinte, sono riesplose ancora una volta nel primo pomeriggio. Pompieri e militari della forestale hanno quindi dovuto continuare a lavorare ancora a lungo per scongiurare definitivamente il rogo. In totale sono andati a fuoco circa una decina di ettari, anche se fortunatamene il parco non è stato intaccato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rauccio, parco a rischio: scoppia incendio nel canneto

LeccePrima è in caricamento