Cronaca

Uccide il coinquilino e fugge con la sua auto, ma poi si costituisce

Antonio Colopi, 21enne di Galatone, era ricercato fin dalla tarda mattinata. La vittima un 55enne di Ferrara. Fuggito in autostrada, s'è fermato presso la caserma dei carabinieri di Lanciano

L'abitazione dell'omicidio (Foto da RavennaToday).

LANCIANO – Sulle tracce di Antonio Colopi, di Galatone, 21 anni non ancora compiuti, i carabinieri c’erano fin dalle prime battute. Non poteva andare lontano. Ormai era stato segnalato in tutta Italia, dopo la fuga dalla provincia di Ravenna, e sembra che nel suo tragitto sia stato anche avvistato lungo l’autostrada.

Certo è che, subito dopo aver colpito a morte Ugo Tani, 56enne originario di Ferrari, con un’arma da taglio, forse un coltello da cucina, è saltato a bordo della vettura di proprietà della stessa vittima, una Peugeot 407 blu, e ha iniziato una folle corsa verso lungo lo Stivale, in direzione Sud. Erano stati avvisati anche i militari nel Salento. Si pensava che potesse essere diretto proprio verso la terra d’origine. Ma alla fine, maturata forse strada facendo la consapevolezza che non aveva scampo, ha deciso d’imboccare il casello di Lanciano, sull’autostrada A14, per fermarsi presso la caserma dei carabinieri e costituirsi.

L’omicidio è avvenuto nella mattinata di oggi a Pinarella, frazione di Cervia, all’interno di un’abitazione di via Puglie. I due erano condividevano l’abitazione e lavoravano in zona, come cuochi stagionali presso un hotel. Stando alle ricostruzioni di diverse testale locali, fra cui RavennaToday, intorno alle 9 alcuni vicini di casa hanno sentito alcune urla. Un litigio molto acceso, seguito poi da un prolungato e lugubre silenzio.

In tarda mattinata, visto il sospetto che potesse essere accaduto qualcosa, è stato richiesto l’intervento dei carabinieri, che hanno effettuato la macabra scoperta. Per l’uomo, riverso per terra in una pozza di sangue, non c’era più nulla da fare, come constatato dai sanitari del 118. E quando s’è scoperto che la Peugeot della vittima era scomparsa insieme al coinquilino, sono partite subito le ricerche. Ma, arrivato nel Centro dell’Italia, Colopi ha deciso di fermarsi da solo e costituirsi. Nelle prossime ore si chiariranno meglio i contorni dell’assassinio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide il coinquilino e fugge con la sua auto, ma poi si costituisce

LeccePrima è in caricamento