Recuperata barca a vela bloccata sul fondale. Si attende l'esito dei tamponi

La guardia costiera ha proceduto a disincagliare, mettere in sicurezza e condurre nel porto di Leuca il natante a bordo del quale vi erano 79 migranti

TORRE MOZZA (Ugento) – La barca a vela con a bordo 79 migranti rimasta incagliata ieri nelle secche davanti Torre Mozza, marina di Ugento, è stata recuperata nella giornata di oggi dai militari della guardia costiera.

Dopo essere stato messo in sicurezza e disincagliato, il natante è stato poi condotto nel porto di Leuca, dove resta a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’intervento è stato tempestivo perché il progressivo peggioramento in corso delle condizioni meteomarine avrebbe messo a dura prova l’integrità dello scafo. La riuscita dell’operazione ha anche scongiurato conseguenze dannose per l’habitat marino.

Si è intanto in attesa di conoscere l’esito dei tamponi fatti ai migranti per scoprire eventuali casi di infezione da Covid-19. Come da procedura le donne e gli uomini soccorsi in mare vengono tenuti in isolamento in una struttura, in via precauzionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento