rotate-mobile
Cronaca

Area dei bastioni ed ex Carlo Pranzo: per il Tar è legittima la gara del secondo lotto

I giudici amministrativi, esaminato il ricorso del consorzio giunto secondo, hanno accolto le tesi del legale delle due ditte che si sono aggiudicate i lavori, Saverio Sticchi Damiani. Il Comune di Lecce è stato rappresentato da Laura Astuto

LECCE – Mentre sono in corso i lavori per il primo lotto del recupero delle mura urbiche e dell’area dell’ex Carlo Pranzo, il Tar di Lecce conferma l’aggiudicazione di quelli del secondo alle ditte Mello Srl di Lecce e Arboviridis di Monteroni.

Il consorzio Cons. Coop., secondo classificato, aveva presentato ricorso attraverso i suoi legali, Federico Massa e Domenico Mastrolia, contestando la genericità dei criteri per l’assegnazione dei punteggi alle offerte tecniche e la non adeguata motivazione dei relativi giudizi da parte della commissione.

Saverio Sticchi Damiani, che ha difeso le imprese aggiudicatarie, ha convinto i giudici amministrativi che era la stessa partecipazione del ricorrente alla gara ad essere viziata e che pertanto il ricorso era privo dei presupposti necessari. Il consorzio giunto secondo potrebbe ora rivolgersi al Consiglio di Stato.

Le opere appaltate riguardano il completamento, il recupero e la sistemazione delle aree a verde dell’area dell’ex Carlo Pranzo e di quelle antistanti i bastioni. L’amministrazione comunale era invece rappresentata in giudizio dall’avvocato Laura Astuto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area dei bastioni ed ex Carlo Pranzo: per il Tar è legittima la gara del secondo lotto

LeccePrima è in caricamento