Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Percepiva il reddito di cittadinanza, ma sui congiunti misure cautelari

Denunciata a Galatina una donna che ha omesso il dato. A Minervino di Lecce, invece in due nei guai per furto di elettricità

LECCE – Proseguono i controlli dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Lecce sui cittadini residenti nel Salento che percepiscono il reddito di cittadinanza. Nei giorni scorsi sono emerse decine di casi di soggetti destinatario del beneficio, pur non avendo i requisiti in regola. E, nelle scorse ore, nel corso di un controllo eseguito con i carabinieri della stazione di Galatina, n’è emerso un altro, di caso, riguardante una donna.

A.F., 45enne, è stata denunciata a piede libero. Come già scoperto durante altre verifiche, anche in questa circostanza il problema è dipeso dall’aver omesso di comunicare all’Inps il fatto che convivere con parenti sottoposti a misure cautelari. Uno dei motivi per i quali non si ha diritto a ottenere il reddito di cittadinanza.  

A Minervino di Lecce, invece, è emersa una storia differente, riguardante, in questo caso un furto di energia elettrica ai danni di E-distribuzione. Dopo alcuni accertamenti, i carabinieri della stazione locale hanno denunciato alla Procura di Lecce N.V.N., 50enne, e P.C., 45enne. Avrebbero effettuato un allaccio abusivo direttamente alla rete elettrica eludendo il misuratore elettronico installato presso un’abitazione nella loro disponibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percepiva il reddito di cittadinanza, ma sui congiunti misure cautelari

LeccePrima è in caricamento