Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Soleto

Reflui nella falda acquifera: depuratore sequestrato

Contestati smaltimento illecito di fanghi di depurazione su terreni agricoli e getto pericoloso di cose. L'impianto fra Soleto e Galatina sotto sequestro. Le segnalazioni direttamente dai cittadini

Le campagne fra Soleto e Galatina.

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce hanno posto sotto sequestro il depuratore che sorge a metà strada fra i territori comunali di Soleto e Galatina, su indicazione del pubblico ministero Francesca Miglietta. I reati contestati sono smaltimento illecito di fanghi di depurazione su terreni agricoli e getto pericoloso di cose. Indagati i responsabili della ditta privata che aveva ricevuto in gestione l'impianto, e Aqp, che, secondo gli inquirenti, avrebbe dovuto effettuare controlli per verificare che tutte le norme a salvaguardia dell'ambiente fossero rispettate. E invece, l'odore sgradevole da tempo segnalato dai cittadini, ha mosso l'amministrazione comunale di Soleto ad una verifica, chiamando direttamente in causa l'Asl per alcune analisi.

Le successive indagini dei militari del Noe avrebbero accertato, dunque, come il processo di depurazione fosse viziato all'origine da un cattivo funzionamento del sistema, al punto che i reflui venivano sversati nel sottosuolo senza alcun filtro. Ma c'è di più: l'azienda che gestisce il depuratore vendeva alle imprese agricole della zona i fanghi nati dal processo di lavorazione ed utilizzati come concime. Da due anni l'impianto, nato da un consorzio e gestito dalla ditta per conto di Aqp, era sottoposto ad alcuni lavori di adeguamento. Proprio per consentire il termine delle operazioni, il commissario per l'emergenza ambientale aveva concesso una deroga rispetto alle leggi che vietano lo scarico dei reflui nella falda acquifera, a patto che questi giungessero depurati. L'ultima scadenza era stata fissata per la fine di giugno. La scoperta del malfunzionamento ha portato dunque ad un inevitabile sequestro, operato dai militari nei giorni scorsi. E' stata comunque concessa la facoltà d'uso dell'impianto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reflui nella falda acquifera: depuratore sequestrato

LeccePrima è in caricamento