Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Regionale 8, la Procura dispone una consulenza sulla regolarità del progetto

Un ingegnere, su incarico dei pubblici ministeri Antonio Negro ed Elsa Valeria Mignone, dovrà verificare, in due mesi, la regolarità del progetto. L'opera, attesa da due decenni, divide l'opinione pubblica per l'impatto ambientale

LECCE – Nuovi venti giudiziari soffiano sulla strada “Regionale 8, destinata a collegare Lecce a San Foca, passando per Vernole. Dopo il tanto atteso sblocco dei lavori, infatti, e le conseguenti proteste di ambientalisti, cittadini e associazioni di categoria, la Procura di Lecce ha disposto una consulenza per verificare che non vi sia alcuna irregolarità nell’ambito del progetto.

I sostituti procuratori della Repubblica Antonio Negro ed Elsa Valeria Mignone, hanno conferito a un ingegnere leccese che dovrà verificare, entro 60 giorni, la regolarità dell’intera procedura e se il progetto sia o meno conforme alle prescrizioni contenute nei permessi di costruire. Nell’ambito dell’inchiesta è stato iscritto nel registro degli indagati il nome dell’ingegnere Mauro Fasiello, 37 anni, legale rappresentante della “Leadri”. L’accusa ipotizzata è di abuso edilizio in relazione a un presunto sbancamento abusivo di un crinale.

Sotto la lente della magistratura, anche dopo alcuni esposti presentati in Procura, sono finiti alcuni tratti dell’opera che da circa 25 anni continua a suscitare polemiche e a dividere l’opinione pubblica. I lavori per il momento dovrebbero interessare il tratto di strada meno problematico, quello che collega Vernole a Lizzanello, iniziando dalla sesta rotatoria fino alla terza. Gli ultimi chilometri fino a Melendugno, invece, potrebbero essere oggetto di nuove modifiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionale 8, la Procura dispone una consulenza sulla regolarità del progetto

LeccePrima è in caricamento