Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Renda: autopsia evidenzia anche un'emorragia cerebrale

C'è una concausa importante nella morte del giovane leccese in Messico: un riversamento di sangue nel cervello. Ora bisognerà attendere l'esame in Italia, se sarà possibile, per stabilirne la causa

C'è un particolare importante che risulta dall'esame autoptico effettuato dai medici legali in Messico: concausa della morte di Simone Renda sarebbe anche un'emorragia cerebrale. Ma per stabilire i motivi per cui è insorta questa sindrome, bisognerà attendere il rientro della salma, prevista per la tarda serata di sabato. Salma che arriverà però imbalsamata.

"Per poter effettuare un altro esame autoptico in Italia, nei giorni scorsi la dottoressa Emma Ivagnes (dirigente della squadra mobile di Lecce, Ndr) ha predisposto un documento nel quale si richiede la conservazione degli organi interni di Simone", dice Lorenzo Valente, 31 anni, cugino di primo grado del 34enne deceduto in circostanze misteriose ed inquietanti in Messico. "Il fax è stato inviato al consolato italiano. E tengo a ringraziare personalmente la dottoressa Ivagnes e tutta la squadra mobile per il lavoro che stanno compiendo - aggiunge Valente. "E' proprio per merito loro che si sta iniziando a fare luce su questa vicenda".

Emorragia cerebrale, dunque, si diceva. Ovvero, una sindrome neurologica dovuta alla rottura di un vaso sanguigno cerebrale ed al conseguente riversamento di sangue in una zona del cervello. Due sono i possibili motivi: causa interna, nel quadro dello stesso infarto, o fattore esterno. E le ipotesi che si possono formulare, a riguardo, sono tante.


Eccone giusto qualcuna. Ad esempio, il problema potrebbe essere sorto come normale conseguenza dell'ipertensione. Oppure, Simone, a causa dell'infarto, potrebbe essere crollato per terra, sbattendo violentemente la testa. O ancora, il problema era già in corso molto prima dell'arresto. D'altronde, se alcuni dei sintomi di un'emorragia cerebrale sono giramenti di testa e stato confusionale, questo fatto si adeguerebbe perfettamente allo stato in cui è stato trovato Simone. Ovvero, stordito tanto da essere confuso per una persona in stato di ebbrezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renda: autopsia evidenzia anche un'emorragia cerebrale

LeccePrima è in caricamento