Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

A Sant’Irene torna il quadro di San Gaetano da Thiene, gioiello del XVII secolo

Dopo quattro mesi di restauro, il prezioso dipinto è stato ricollocato sull'altare fatto edificare nel 1651 da Gaetano Cosso, arcivescovo di Otranto. La cerimonia di restituzione alla città alla presenza dell'arcivescovo D'Ambrosio

Il dipinto fotografato prima del restauro.

LECCE – La chiesa di Sant’Irene si riapproprierà oggi, alle 19, del quadro raffigurante San Gaetano di Thiene nella sua originaria collocazione nel transetto destro, sull’altare fatto costruire nel 1651 dall’allora arcivescovo di Otranto, Gaetano Cosso.

Il restauro dell’opera è stato promosso dall’amministrazione comunale di Lecce ed è stato realizzato con il finanziamento del Lions Club Messapia, in collaborazione con la la Banca Popolare Pugliese che hanno sostenuto per intero i costi dell’intervento. San Gaetano da Thiene, raffigurato nel pregevole dipinto del XVII secolo, ha fondato l’ordine dei Chierici regolari teatini

Il restauro, durato circa quattro mesi,  è stato portato a termine da Adriana Falco, restauratrice, diretta dalla Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici della Puglia e in collaborazione con il Comune di Lecce e la Curia arcivescovile del capoluogo.

Alla cerimonia prenderanno parte l’arcivescovo di Lecce, monsignor Domenico D’Ambrosio, l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Lecce, Gaetano Messuti, il presidente del Lions club Lecce Messapia, Massimiliano Petrachi e lo storico dell’arte Antonio Cassiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sant’Irene torna il quadro di San Gaetano da Thiene, gioiello del XVII secolo

LeccePrima è in caricamento