menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Sulla vicenda della chiusura dell’impresa, la rettifica del proprietario dell'attività

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota inviataci dal titolare dell’attività di Sternatia, oggetto dell’articolo pubblicato in giornata

STERNATIA – In merito alla vicenda relativa alla chiusura dell’impresa funebre da parte dei carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazione e sanità di Lecce, riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota inviataci dai titolari dell’attività di Sternatia.

“I carabinieri dei Nas di Lecce in merito all’articolo riportato (Chiusa attività funebre per incompatibilità e possesso di farmaci), hanno dato informazioni e conclusioni al quanto confuse  e prive di prove (da definirsi in tribunale), a danno di un’impresa funebre di Sternatia (impresa “Filìa “di Forti Flavia), riguardante l’evidente errore di interpretazione di un nome (insegna “Filìa” nome di una porta storica di uscita della via Platea del centro storico di Sternatia ). “ Filìa” risulta essere il nome dell’impresa funebre e contestualmente il nome dell’associazione di volontariato “FiliaSoccorso “ iscritta regolarmente nell’albo delle Odv, è riconosciuta con determina Asl al soccorso, tant’è che ha svolto 118 emergenza urgenza. La confusione dei carabinieri del Nas, sta per aver raccolto un dato analogo come stesso nome di insegna ( “Filìa”) presente presso la via Platea di Sternatia ( dal numero 25 al 31),  riposto più volte sul muro e nei diversi ingressi dello stesso stabile dove vi sono due autorimesse, addossando la responsabilità ad un unico imprenditorie ( Graziano Ferilli ) eludendo che fosse tutta la stessa, unico proprietario di tutto di (FiliaSoccorso e impresa funebre Filìa), denunciandolo  e addossandogli il reato di ricettazione per possesso improprio di farmaci, chiedendo inoltre  al comune di Sternatia di revocare al contempo licenza dello stesso. Evidente invece che le due attività hanno ragioni giuridiche differenti ed entrambe con titolari diversi rispetto il Graziano Ferilli  denunciato. Ferilli  risulta essere il socio fondatore dell’associazione di volontariato FiliaSoccorso impegnata ad offrire servizi di prime necessità e di volontariato. Il Comune dì Sternatia oggi, 18 marzo 2021, ha concesso nuova autorizzazione amministrativa ad impresa funebre Filìa di Forti Flavia, a dimostrazione del fatto che è stato riportato tutto a dovere ed in regola per assolvere l’errore e concedere nuovamente licenza. Tutto ciò fatto con i dovuti professionisti e costi a discapito di aziende, famiglie, lavoratori, che ad oggi hanno subito ingiustamente (da dimostrarsi in tribunale) l’errore di una visita approssimativa e priva di approfondimento. Per concludere, ha dell’assurdo denunciare una persona che non risulta da nessuna delle parti. Graziano Ferilli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Auto e moto

    Cambio gomme invernali: date e normativa per il 2021

  • Cura della persona

    Manicure semipermanente fai da te senza l’uso della lampada

  • Cucina

    Cavolo verza stufato da preparare in primavera

  • Cucina

    Trippa alla pugliese, oggi pranziamo così

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento