Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Casarano

Ricavi milionari non dichiarati, indagini sul club di pallamano

Segnalato alla Procura il responsabile della blasonata società, che per la finanza avrebbe operato dal 2007 al 2010 come azienda, non avendo diritto ai regimi agevolativi. Cifre per 3 milioni di euro. La replica: "Subito ricorso"

 

CASARANO – Ricavi non dichiarati per oltre 3 milioni di euro, a causa di quella che si prefigura come un’errata applicazione delle norme tributarie, per la quale la guardia di finanza della tenenza di Casarano ha aperto un’inchiesta a carico della società sportiva dilettantistica di pallamano locale, la Handball. La verifica fiscale s’è soffermata sugli anni d’imposta 2007, 2008, 2009 e 2010. Secondo le “fiamme gialle”, in quegli anni sarebbe stata presentata dichiarazione dei redditi infedele; ovvero, sarebbero stati disattesi gli obblighi di dichiarazione dei ricavi conseguiti ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap.

La società sportiva, infatti, oltre ad esercitare la propria attività istituzionale, secondo quanto contestato dagli investigatori, avrebbe operato come una vera e propria azienda commerciale. Diversi sarebbero stati i servizi di sponsorizzazione e pubblicità per importi notevoli. Non un dettaglio, perché proprio a causa di ciò, sarebbe venuta meno la possibilità di applicare i regimi agevolativi previsti per le associazioni no profit.

Spiega sempre la finanza, in una sua dettagliata nota, che l’associazione, per la rilevanza e la tipologia di attività, sarebbe stata obbligata a determinare il reddito imponibile e l’imposta nei modi ordinari. Avrebbe, dunque, dovuto dichiarare al fisco i ricavi conseguiti e versare all’erario le imposte relative.

I responsabili della società, invece, con l’errata applicazione delle norme tributarie che regolano la materia, avrebbero presentato le dichiarazioni dei redditi e dell’Irap per i quattro anni già citati, omettendo del tutto la dichiarazione dei ricavi conseguiti. Si parla di una cifra, nel complesso, che tocca i 3 milioni e 100 mila euro, sulla quale, di conseguenza, non sarebbe stata determinata neppure l’imposta a debito. A ciò si aggiunga che la società si sarebbe resa responsabile del mancato versamento dell’Iva a debito risultante dalla dichiarazione del 2009, per oltre 200mila euro. L’attuale responsabile legale della società è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce.

La pallamano, a Casarano, ha una tradizione importante; la fondazione del club risale al 2003 e, specie negli ultimi anni ha raggiunto risultati di rilievo nazionale, con tre scudetti, due coppe Italia e due supercoppe italiane. Il sodalizio, fra l’altro, ha avuto, come presidenti, Ivan De Masi (diventato poi sindaco di Casarano), Gianni Ippoliti (noto uomo di spettacolo romano e residente nel Salento) e, da ultimo,  Maurizio Monte, con cui la squadra è ripartita dalla serie B – stagione 2010/2011 -, dopo la mancata iscrizione alla serie A élite, e dimessosi poco prima della conclusione del campionato. 

LA HANDBALL: "CONTESTAZIONI DELLA FINANZA OGGETTO DI RICORSO" 

Il sodalizio, dal canto suo, ha inteso rilasciare una nota per chiarire la propria posizione: "E' un'interpretazione, quella della guardia di finanza, ovviamente non condivisa e che i commercialisti che seguono la società contestano da tempo", spiega una nota. "Gli stessi infatti, stanno già provvedendo a depositare il relativo ricorso". La dirigenza della Handball, aggiunge: "Tutto ciò ha dell'incredibile. Quali ricavi non avrebbe dichiarato la nostra società sportiva che fatturava quasi esclusivamente, il 99 per cento, a Italgest e che al proprio pubblico non faceva pagare nemmeno il biglietto?"

"Ci piace ricordare le vittorie ottenute sul campo - dicono ancora i dirigenti -, le coppe e gli scudetti che hanno portato il Salento sul podio italiano più alto nonché tutti ragazzi che dal nostro settore giovanile hanno spiccato il volo verso le città e le squadre più importanti d'Italia. Ci sembra che tutto questo si sia voluto mortificare, cercando un cavillo che porta più verso la sensazionalità della notizia che alla consistenza della contestazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricavi milionari non dichiarati, indagini sul club di pallamano

LeccePrima è in caricamento