Ricci e cozze non tracciati: passano dalle celle frigorifere al sequestro

Il controllo questa mattina della guardia costiera di Porto Cesareo. Gli echinodermi ancora vitali: sono tornati in mare

PORTO CESAREO - Circa 160 chilogrammi di cozze nere e 800 ricci di mare sono stati sequestrati questa mattina dalla guardia costiera di Porto Cesareo. Nel corso di un controllo, infatti, i militari hanno constatato come fossero detenuti, all’interno di alcune celle frigo di un deposito appartenente a un ristorante, senza documenti o etichette in grado di attestare la tracciabilità del prodotto ittico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari, insieme ai medici veterinari dell’Asl, unità operativa di Copertino, chiamati ad intervenire per gli accertamenti di loro competenza, hanno proceduto a una sanzione amministrativa di mille e 500 euro e al sequestro del pescato. Per quanto riguarda i ricci, sono tornati in mare: sono stati riconosciuti in stato vitale dal personale medico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento