Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Ricercato in Finlandia per aver violentato una ragazza, trovato nel Salento

Un 22enne gambiano deve scontare dieci anni di reclusione. La vittima, una 16enne. Aveva un permesso di soggiorno per motivi umanitari. Rintracciato dalla polizia

LECCE – Dal freddo del Circolo Polare Artico al clima mediterraneo del Salento. Dall’Africa alla Finlandia, una delle nazioni più settentrionali del pianeta, riscendendo verso il lembo più meridionale d’Italia, Momodou Salieu Barry, gambiano di Banjul, 22enne, era titolare di un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Non pensava, il giovane, che a distanza di un abisso di chilometri sarebbe stato comunque rintracciato per scontare una pena pesante come un colpo di scure: dieci anni di reclusione. Il 22enne, infatti, in Finlandia è stato riconosciuto autore di una violenza sessuale aggravata, avvenuta al culmine di una festa privata, nel 2016, ai danni di una 16enne. Fino a essere condannato al massimo della pena prevista nella terra che nelle lande della Lapponia ospiterà pure la casa di Babbo Natale, ma su certi argomenti non concede regali.

Rifugiatosi in provincia di Lecce, con tanto di mandato d’arresto europeo pendente sulla testa, qui è stato rintracciato ieri sera dagli investigatori della squadra mobile della questura. Ora il 22enne si trova nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce. In attesa di estradizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercato in Finlandia per aver violentato una ragazza, trovato nel Salento

LeccePrima è in caricamento