Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Richieste di denaro e minacce a padre e fratello: condannato un 44enne

Due anni e dieci mesi è la pena inflitta all’uomo che si sarebbe reso responsabile di stalking ed estorsione nei riguardi dei familiari. La sentenza del giudice Vergine oggi nel processo discusso col rito abbreviato

MIGGIANO - Rischiava quattro anni di reclusione per le ripetute minacce, richieste di denaro e aggressioni fisiche nei riguardi dei suoi cari, in particolare del padre e del fratello. Tanti ne aveva invocati il pubblico ministero Maria Vallefuoco per Donatello De Santis, 45 anni, originario di Tricase, nel processo con rito abbreviato che lo vedeva imputato per stalking ed estorsione.

L’uomo ha rimediato una condanna a due anni e dieci mesi: questa la pena contenuta nella sentenza emessa oggi dal giudice Cinzia Vergine, rispetto alla quale non è escluso abbiano inciso la consulenza sulla capacità di intendere e di volere - svolta dallo psichiatra Domenico Suma che aveva accertato la seminfermità del 44enne, ora in cura - e l’ascolto della sorella (ai quali era “legata” la discussione stessa dell’abbreviato).

Lo scorso gennaio, De Santis finì nel penitenziario di “Borgo San Nicola”, salvo poi ottenere i domiciliari alla luce della perizia disposta dall’avvocato difensore Fabio Ruberto relativa all’incompatibilità, considerate le sue condizioni di salute, con il regime carcerario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richieste di denaro e minacce a padre e fratello: condannato un 44enne

LeccePrima è in caricamento