Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Riciclaggio: confermata in appello condanna a 4 anni per avvocato

Confermata anche in secondo grado la condanna a quattro anni di reclusione per l'avvocato Luigi Retucci, 71enne di Andrano, per riciclaggio. Assolto, invece, dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa

 

LECCE – Confermata in secondo grado la condanna a quattro anni di reclusione per l’avvocato Luigi Retucci, 71enne di Andrano. L’imputato è stato condannato per la sola ipotesi di reato di riciclaggio. Assolto, invece, dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Retucci fu coinvolto, nel febbraio 2004, nell'ambito della maxi inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Lecce denominata “Lupa”, condotta dagli agenti della squadra mobile del capoluogo salentino, che portò alla notifica di settantadue ordinanze di custodia cautelare, molte delle quali a persone insospettabili e incensurate. Al centro delle indagini il presunto clan capeggiato da Romolo Pantaleo e dal figlio Pantaleo, originari proprio di Andrano. L’avvocato salentino, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbe gestito alcuni affari del clan.

Il procuratore generale Nicola D'Amato aveva impèugnato la sentenza di primo grado, invocando una condanna a sei anni di carcere, sostenendo che quella di Retucci fosse una figura vicina ai vertici dell’associazione. Una tesi confutata dai legali dell'imputato, gli avvocati Luigi Covella e Luigi Piccinni, che hanno invece evidenziato l’assoluta estraneità del loro assistito ai fatti contestati, chiesdenso l'assoluzione “perché il fatto non sussiste”.

Una tesi accolta, seppur in parte, dai giudici della Corte d'appello, che hanno confermato la condanna a quattro anni per l'accusa di riciclaggio, sancendo nuovamente l'assoluzione “perché il fatto non sussiste” per l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclaggio: confermata in appello condanna a 4 anni per avvocato

LeccePrima è in caricamento