Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Corpo rinvenuto nello Ionio: domani il riconoscimento da parte dei familiari della 59enne

Si potrebbe concludere domani l'iter per la restituzione della salma di Giuseppina Ponzo, la professionista di Presicce, residente ad Ascoli, scomparsa da venerdì scorso. Non sembrano esservi dubbi sulla compatibilità tra il corpo recuperato e la 59enne: lo confermano il costume e alcuni monili rimasti intatti

La camera mortuaria di Lecce

LECCE – Il riconoscimento della salma di Giuseppina Ponzo, l’avvocato 59enne di Presicce, ma residente ad Ascoli Piceno, slitta alla giornata di domani. Le fasi procedurali per la restituzione del cadavere ai parenti della donna scomparsa venerdì scorso, nelle acque di Lido Marini, sono state rimandate per permettere all’autorità di concludere l’iter burocratico previsto dalla legge.

Al momento di riconoscimento, presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, saranno presenti, oltre ai parenti della professionista recuperata nello Ionio nella giornata di ieri, anche un ufficiale di polizia giudiziaria, il personale sanitario e il medico legale. L’iter, a partire da ieri, ha subito una sorta di rallentamento per via di un intervento che si è rivelato necessario sulla salma della donna ritrovata in mare. Il personale medico è infatti intervenuto sul corpo saponificato per permettere un migliore riconoscimento dei tratti somatici.

Non sembrano orami esservi dubbi sulla compatibilità tra la il corpo ritrovato dai militari della guardia costiera e sommozzatori dei vigili del fuoco, con quello della donna residente nelle Marche. A confermarlo, il costume e alcuni monili che la furia del mare ha lasciato intatti, rinvenuti sulla vittima a 11 miglia dalla costa di Torre San Giovanni, la marina di Ugento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corpo rinvenuto nello Ionio: domani il riconoscimento da parte dei familiari della 59enne

LeccePrima è in caricamento