Rientrava nel Salento con mezzo chilo di cocaina: bloccato al casello

Un giovane di Scorrano fermato a Bari Nord dai carabinieri. Aveva nascosto il prezioso carico di droga all'interno di un'autovettura presa a noleggio e viaggiava in direzione sud. Il controllo fatto con il cane antidroga

BARI – Viaggiava in automobile di rientro nel Salento con un carico di oltre mezzo chilo di cocaina. Ma a volte sono i dettagli che danno all’occhio e finiscono per mettere nei guai. Per esempio, un parabrezza incrinato. Così, ieri mattina, intorno alle 10,30, i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Bari, di servizio presso il casello autostradale di Bari Nord, hanno deciso di fermare per  un controllo una Fiat Panda. Alla guida c’era Simone Natali, 29enne di Scorrano.

Viaggiava con un'auto a noleggio

Viaggiava da solo e ha tradito subito un certo nervosismo. Dai documenti, i militari hanno subito appreso che l’auto era stata noleggiata presso una ditta. Tutta la situazione ha destato qualche sospetto, e così si è deciso di fare un controllo più approfondito, chiamando il Nucleo cinofili dei carabinieri di Modugno e facendosi aiutare dal fiuto infallibile del cane One. Ed è così che è stata trovata nascosta nell’autovettura cocaina, per circa  575 grammi. One, infatti, ha segnalato con insistenza qualcosa di sospetto all’interno della portiera al lato di guida. E i militari, dopo aver smontato il pannello a protezione della carrozzeria, hanno scovato il pacco, che è stato sequestrato. Natali, invece, condotto in carcere.

simone natali-2 (1)-2Ha un piccolo precedente

Un “corriere”, dunque, molto probabilmente ingaggiato da qualcuno per prelevare il prezioso carico di droga da fuori provincia e trasportarlo, si presume, proprio nel Leccese. Questo il ruolo che dovrebbe occupare Natali in una vicenda in cui apparirebbe solo l’anello di una catena più vasta. La cocaina, infatti, presumibilmente avrebbe dovuto raggiungere il Salento per essere smerciata in questo periodo di forte richiesta nelle località dove si trovano i locali più frequentati. Ora i carabinieri sono al lavoro per risalire a tutta la filiera. Il giovane, peraltro, ha un precedente, anche se datato e di carature molto minore. Nel 2012 fu arrestato con un altro soggetto. Avevano 10 grammi di cocaina.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' il secondo corriere arrestato

Una cosa è certa. Si tratta già del secondo trasportatore sorpreso nel giro di pochi giorni. L'11 luglio, infatti, i carabinieri del Norm di Lecce avevano bloccato un 20enne nigeriano residente a Castrignano del Capo, che era giunto nel capoluogo salentino a bordo di un pullman partito da Roma e che nella valigia trasportava 6 chilogrammi di marijuana.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento