Spariti i cassonetti, strade invase dai sacchi di rifiuti. Cartoline da Lecce

C'è chi raggiunge la marine pur di trovare un cassonetto, chi trasforma le campagne in discariche e chi fa finta di nulla. Il porta a porta scopre "il lato oscuro" dei leccesi

Nei pressi del Coni.

LECCE - Quando mancano pochi giorni alla copertura di tutto il territorio comunale con il completamento nelle zone Mazzini e Ariosto, il sistema della raccolta porta a porta mette in evidenza l'altra faccia della medaglia: quello di una crescita notevole delle discariche abusive nelle campagne e nelle strade vicinali limitrofe e dell'abbandono di sacchetti di rifiuti laddove i cassonetti sono già stati rimossi da giorni. 

Accade in via Costadura, come nei pressi dal campo scuola Coni, ma i "focolai" sono molteplici e diffusi. Ogni volta che un quartiere è stato raggiunto dalla distribuzione dei masselli domestici e dei bidoni condominiali i conferimenti per strada sono diventati il sintomo di due "patologie": la prima riconduce a una congenita inciviltà che alligna alle soglie del salotto buono arrangiato a uso e consumo del turista, la seconda porta dritta all'evasione tributaria perché per ritirare il kit domestico (fossero anche le buste e il contenitore per l'organico) è necessario documentare il pagamento della tassa sui rifiuti. 

Sono migliaia i casi già emersi grazie alle autodenunce di chi ha deciso di mettersi in regola, ma sono ancora troppi coloro che imperterriti continuano a trasgredire: c'è chi scarica impunemente in campagna, chi batte la città alla ricerca dei cassonetti residui nei rioni in fase di transizione dal vecchio al nuovo sistema, chi raggiunge le marine leccesi dove il porta a porta non è ancora partito. Rispetto a questi comportamenti il sistema dei controlli e delle sanzioni rimane ampiamente insufficiente, nonostante i proclami. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento