Rifiuti interrati in una buca e abusivismo edilizio, in tre finiscono nei guai

I controlli dei forestali a Corsano, Alessano e Sternatia. Sequestrati anche una stalla e un'abitazione

Il terreno spianato a Sternatia. Sotto c'erano i rifiuti.

LECCE – Abusivismo edilizio e rifiuti interrati: gli agenti della forestale Tricase e di Maglie, nel corso di una serie di controlli sul territorio provinciale, hanno denunciato tre persone.

Gli agenti del comando stazione di Tricase si sono concentrati nell’area del Capo. Il primo a finire nei guai è stato un uomo di Alessano di 66 anni. Avrebbe realizzato una costruzione abusiva divisa in tre parti. Una di queste, adibita a stalla per bovini, l’altra per suini, e un’altra a deposito. Il tutto, per una superficie di circa 130 metri quadri, con una copertura in lastre di ferro e in zona sottoposta a vincolo paesaggistico.

L’altra denuncia riguarda, invece, un uomo di Corsano di 62 anni. Questi, in assenza di atto abilitativo, avrebbe realizzato in zona segnata come “turistico residenziale”, soggetta al Pptr e con vincolo paesaggistico, opere di divisione degli spazi interni di un immobile allo stato rustico, con muratura in blocchi di calcestruzzo e l’asportazione del banco roccioso preesistente sulla parete ovest. La roccia è risultata coperta con calcestruzzo. E si è realizzato un aumento della volumetria.

La forestale di Maglie, invece, ha sequestrato in località Madonna delle Grazie (Sternatia), un’area di circa 100 metri quadri nella quale erano stati smaltiti rifiuti speciali non pericolosi. Si tratta di parti di piastrelle, mattoni, cemento, pezzi di ferro, quantificati in più di 70 metri cubi.

I rifiuti provengono da demolizione edile e sono stati smaltiti all’interno di una buca di grosse dimensioni realizzata nel terreno. Questi erano stati prima stati scaricati lungo il perimetro della buca, realizzando una discarica, e poi smaltiti illecitamente, con un mezzo meccanico di grosse dimensioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La buca è stata poi colmata con terreno vegetale e spianata. Al margine i forestali hanno scoperto un piccolo avvallamento, dov’era ancora ben visibile, mescolata anch’essa al terreno vegetale, una piccola parte dei rifiuti. E’ così che è spuntato anche il resto. Denunciato il proprietario del terreno, un uomo di 70 anni di Sternatia per il reato di smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento