rotate-mobile
Cronaca Matino

Rifiuti pericolosi e tossici abbandonati in località Veneziani

Li scova in un sopralluogo l'associazione ambientalista Italia Nostra, dopo aver ricevuto alcune segnalazioni. I rifiuti hanno determinato l'alterazione dei luoghi e degrado paesaggistico. Appello alle istituzioni per la rimozione

MATINO – Italia Nostra segnala l’abbandono di rifiuti pericolosi e tossico-nocivi in agro di Matino, nell’ambito delle attività di ricognizione del territorio che la sezione svolge sistematicamente e a seguito di insistenti sollecitazioni da parte di alcuni proprietari di fondi rustici. Il sopralluogo, effettuato nei giorni scorsi, nel territorio della cosiddetta località “Veneziani” per ha rilevato lo stato dei luoghi in ragione di una significativa e persistente attività di abbandono di rifiuti.

È emerso che, ai bordi della strada vicinale che conduce nella località indicata (meglio evidenziata con il colore verde sullo stralcio aereo-fotogrammetrico allegato) sono presenti una serie di rifiuti ingombranti, pericolosi e tossico-nocivi (infissi, elettrodo-mestici, gomme, ecc..) alcuni dei quali sono stati addirittura oggetto di combustione. Molto diffusa risulta inoltre la presenza di lastre e manufatti diversi costituiti da cemento-amianto, spesso anche frantumati, così come non manca la presenza di materiali hi-tech e di resti di sostanze chimiche.

Tale abbandono di rifiuti ha determinato una rilevante alterazione dei luoghi, già particolarmente ameno sotto l’aspetto paesaggistico ed agricolo, in quanto caratterizzato dalla presenza di murature e costruzioni in pietra a secco e dalla presenza di numerosi alberi di ulivo, di cui alcuni anche secolari.

cartina-3Va sottolineato che all’evidente degrado paesaggistico vi è quello – ancor più grave – di carattere ambientale in quanto la caratteristica dei rifiuti abbandonati  e – soprattutto – la loro combustione e frammentazione sta determinando un rilevante ed irreversibili inquinamento del suolo e della falda acquifera. Tale situazione di degrado sta determinando una significativa riduzio-ne delle attività agricole da parte dei proprietari dei fondi rustici che si ritrovano demotivati nell’effettuare delle sia pur minime attività di manutenzioni anche perché, in alcuni casi, sono impossi-bilitati ad accedere con i loro mezzi nei loro appezzamenti.

Pertanto, nel denunciare tale situazione alle autorità locali, Italia Nostra chiede alle istituzioni ognuna per le rispettive competenze “di voler adottare – come scrive Marcello Seclì -, nei tempi più brevi possibili, i necessari provvedimenti atti a individuare i  responsabili di tale abbandono, a rimuovere (con le tecniche ap-propriate) i rifiuti in questione, a prevenire ulteriori attività di tal genere che, oltre a compromettere la qualità dell’ambiente, risultano di rilevante aggravio nelle casse degli enti locali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi e tossici abbandonati in località Veneziani

LeccePrima è in caricamento