Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Rifiuti pericolosi? Tutti assolti nel settore Ambiente

Tutti assolti dall'accusa di smaltimento rifiuti pericolosi sulla base di autorizzazioni illegittime. Nessuna responsabilità per i rappresentanti di tre ditte e del servizio Ambiente della Provincia

tribunale_lecce-62

Tutti assolti dall'accusa di smaltimento di rifiuti pericolosi sulla base di autorizzazioni illegittime. Nessuna responsabilità per i rappresentanti di tre ditte e per responsabili del servizio Ambiente dell´amministrazione provinciale di Lecce. Sullo sfondo delle accuse ipotizzate dalla Procura, le concessioni rilasciate dal Settore Ambiente della Provincia di Lecce che avrebbe consentito all´Ecolio srl - ditta specializzata nello smaltimento rifiuti in località "Masseria Zappi" a Melendugno - l'esercizio degli impianti di trattamento terziario mai approvati e autorizzati in sede di realizzazione.

Lo stesso settore provinciale avrebbe tollerato che l'impianto trattasse tipologie di rifiuti diversi da quelli per i quali gli impianti erano stati originariamente approvati, variando sostanzialmente la destinazione che dal trattamento delle acque di vegetazione e dei liquami di pozzi neri passavano ad una piattaforma di rifiuti speciali e pericolosi. Tutte ipotesi finite al macero dopo la lettura del dispositivo letto nella tarda serata di ieri dai giudici del Tribunale di Lecce.

Assolti con formula piena otto imputati, Italo e Vincenzo Forina, di Canosa di Puglia, rispettivamente legale rappresentante e amministratore di fatto della ditta "Ecolio srl", Giorgio Potì, di Meledugno, responsabile tecnico dell´impianto. Gilberto Selleri, leccese, responsabile del Servizio Ambiente della Provincia e Dario Fondelli, gallipolino, nelle vesti di responsabile del procedimento. Antonio Lepore, 53enne di Lecce, responsabile del Servizio Ambiente dell´Amministrazione Provinciale.


Nel procedimento erano finite anche due ditte del tarantino, la "Ecofert Europa srl" e la "Eden ´94 srl", perché, aveva ipotizzato la Procura, avrebbero conferito i rifiuti all´"Ecolio srl", per le successive operazioni di trattamento. Assolti anche Alesandro Staffilani, amministratore unico della ditta "Ecofert Europa srl" e Antonio Leone, legale rappresentante e amministratore unico della "Eden srl". Il collegio degli avvocati era composto da Giuseppe Dello Russo, Domenico Di Terlizzi, Cesare Potì, Anna Grazia Maraschio, Gaetano Centonze, Viola Messa e Antonio Durante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi? Tutti assolti nel settore Ambiente

LeccePrima è in caricamento