Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Rifiuti speciali all'Omfesa: denunciati tre dirigenti

Illecita gestione e smaltimento dei rifiuti speciali. Denunciati dai carabinieri il presidente della ditta di Trepuzzi, il direttore tecnico, il responsabile della gestione rifiuti ed un operaio

Illecita gestione e smaltimento dei rifiuti speciali provenienti da ciclo produttivo industriale. Pesante la denuncia che da ieri pende su tre dirigenti ed un operaio della Omfesa di Trepuzzi, l'azienda che opera nel settore della costruzione e manutenzione di materiale rotabile ferroviario. Si tratta del presidente e rappresentante legale delle ditta, 58 anni, leccese; del direttore tecnico, ingegnere quarantanovenne di Trupuzzi; del responsabile della gestione rifiuti, 54 anni, di Brindisi, e dell'autista del mezzo, 49 anni, di Trepuzzi, tutti denunciati da all'Autorità giudiziaria in quanto responsabili, a vario titolo, ed ognuno per la parte di competenza.

Le indagini sono state condotte nei giorni scorsi dai carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, coadiuvati dai colleghi del Nucleo operativo ecologico di Lecce. I militari hanno appreso di quel che accadeva presso l'Omfesa da voci che giravano in città, secondo cui presso lo stabilimento delle officine meccaniche si smaltiva illecitamente rifiuti provenienti dal ciclo produttivo industriale. Così, l'altro ieri mattina, i militari si sono appostati all'uscita dell'azienda con lo scopo di verificare se in realtà mezzi di trasporto carichi di rifiuti andassero a scaricare abusivamente da qualche parte e comunque per controllarne, oltre i previsti registri e documentazione, l'origine e la loro destinazione.

E in effetti alle 6.30 del mattino i carabinieri hanno visto uscire dai cancelli dell'industria un autocarro. Seguito il mezzo, i militari hanno appurato che l'autista del mezzo scaricava parte dei rifiuti direttamente nei bidoni destinati alla raccolta di rifiuti solidi urbani. Da qui, l'uomo è stato bloccato e sequestrati l'automezzo e i rifiuti. I carabinieri a quel punto si sono recati presso la ditta, dove hanno identificato e quindi denunciato i tre dirigenti.
Inoltre, all'interno della ditta è stata individuata un'area di circa 600 metri quadrati adibita senza autorizzazione a deposito di rifiuti eterogenei, molti dei quali erano stati accantonati in attesa di essere smaltiti. Anche quest'area è stata sottoposta a sequestro. Intanto sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per la verifica della documentazione relativa alla gestione ed allo smaltimento dei rifiuti dell'Omfesa.


A Specchia, invece, i carabinieri della Compagnia di Tricase e quelli della stazione locale, hanno sequestrato un terreno di circa un ettaro in zona " Macinate", sul quale sono stati rinvenuti cumuli materiale di risulta proveniente dai cantieri edili, tra cui tubi in amianto, batterie di auto e pezzi di carrozzeria e di motore di autovetture . I sette proprietari del terreno sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Lecce in base alla normativa relativa alla gestione dei rifiuti speciali . Nel corso dell'accertamento, inoltre, i carabinieri hanno acquisito anche della documentazione presso l'ufficio tecnico comunale al fine di verificare le operazioni di lottizzazione dell'area che e' stata sottoposta a sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti speciali all'Omfesa: denunciati tre dirigenti

LeccePrima è in caricamento