menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti speciali e scarichi non autorizzati, sequestro in un'azienda di vino

Denunciato il legale rappresentante. Il contro dei carabinieri del Noe a Campi Salentina dopo segnalazione della Prefettura

CAMPI SALENTINA - Gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti speciali e scarico di acque reflue industriali in assenza di autorizzazione. Sono i reati contestati a V.A., 54enne, legale rappresentante di un’azienda che effettua la produzione di vino tramite la lavorazione delle proprie uve. A denunciarlo all’autorità giudiziaria, i carabinieri del Noe di Lecce, durante un controllo nelle campagne di Campi Salentina, avvenuto con la collaborazione dei colleghi della stazione locale.

Le verifiche si sono svolte questa mattina, dopo una segnalazione della Prefettura di Lecce. Al termine, si è proceduto al sequestro preventivo d’urgenza di un’area di circa 5mila metri quadrati. Questo perché all’interno è stato constatato un deposito incontrollato di rifiuti speciali costituiti da inerti da demolizione, rifiuti in legno e plastica, pneumatici fuori uso.

I carabinieri hanno rilevato anche la presenza di rifiuti di metallo, come scaffalature e reti, sfere di autoclavi, bidoni, parti meccaniche di macchinari industriali, un’unità esterna di condizionatore, sedie, e inoltre, bottiglie in vetro, carta e cartone con evidenti tracce di combustione. C’erano, sul posto, anche due vasche interrate, di cui una scoperta, di circa 100 metri quadri, contenenti materiale fangoso costituito dalle acque reflue del processo di lavaggio di silos e cisterne, più due pozzetti interrati colmi di materiale fangoso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento