Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Rimosso l'ordigno trovato nella cala di Porto Badisco: un residuo di guerra

Questa mattina il nucleo specializzato Sdai della marina militare di Taranto ha provveduto a bonificare il punto all'interno della cala in cui un sommozzatore sportivo aveva avvistato la bomba. Si tratta di un ordigno del secondo conflitto mondiale

OTRANTO – Si può tornare tranquillamente a fare il bagno, a Porto Badisco, dopo la chiusura forzata degli ultimi giorni. Questa mattina, infatti, il nucleo specializzato Sdai della marina militare di Taranto ha provveduto a bonificare il punto all’interno della cala in cui un sommozzatore sportivo aveva avvistato un ordigno bellico. Inevitabilmente, dopo la segnalazione all’ufficio circondariale marittimo di Otranto, era scattata la procedura d’emergenza, secondo piano della Prefettura di Lecce.

Nel corso del loro intervento, i militari specializzati hanno avuto l’assistenza in mare dalla motovedetta della guardia costiera Pp 809 e dal gommone Gc B/12. Una volta localizzato, l’ordigno è stato rimosso. Probabilmente risale al secondo conflitto mondiale. Un intervento quanto mai necessario, giacché anche Porto Badisco, come tutte le altre località della costa, con le belle giornate, comincia ad essere sempre più frequentata da diportisti e bagnanti

In caso di avvistamenti analoghi, la guardia costiera consiglia tutti di telefonare subito al numero di pronto intervento, 1530, evitando in ogni caso di toccare, manipolare o spostare oggetti che possano anche lontanamente ricordare la forma di un ordigno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimosso l'ordigno trovato nella cala di Porto Badisco: un residuo di guerra

LeccePrima è in caricamento