Irregolari sul territorio nazionale: tre provvedimenti di espulsione

Un cittadino albanese, uno georgiano e uno tunisino sono stati rimpatriati nelle ultime ore, su disposizione della divisione immigrazione

Foto di repertorio.

LECCE – Tre i provvedimenti di espulsione emessi a carico di cittadini stranieri soggiornanti irregolarmente sul territorio nazionale, nelle ultime ore. Nella giornata di ieri, infatti, gli agenti della sezione Rimpatri della divisione immigrazione hanno eseguito le misure. Nello specifico il cittadino albanese S.B. 53 anni, pluripregiudicato per sfruttamento della prostituzione e traffico di esseri umani, è stato rintracciato nella prima mattinata dai carabinieri di Taviano.

Le indagini sulla sua posizione amministrativa hanno accertato la totale irregolarità. Infatti lo stesso, già raggiunto da espulsione per pericolosità sociale, aveva fatto rientro illegalmente sul territorio italiano. Al cittadino extracomunitario è stato notificato da un nuovo provvedimento e immediatamente accompagnato alla frontiera marittima di Brindisi per essere imbarcato sul traghetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella stessa giornata un altro provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso nei confronti di un cittadino georgiano, L.P. 31enne, il quale è stato scortato dagli agenti fino in Georgia. Sempre ieri, un cittadino tunisino di 29 anni, J.L., è stato invitato a fare rientro nel Paese di origine nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento