Cronaca Melendugno

Ricostruito lo storico muro di San Basilio. Pronto il piano per la cura degli ulivi

Era stato in parte abbattuto per costruire barricate. Ripristinata la viabilità attorno al cantiere. Martedì gli interventi di manutenzione sugli alberi espiantati

Il muro oggetto di intervento.

SAN FOCA (Melendugno) - Dopo aver liberato tutte le vie d'accesso al cantiere di San Basilio, è più o meno tutto pronto per gli interventi di cura sugli ulivi. 

Nel tardo pomeriggio, in prefettura, è in programma una riunione operativa per stabilire modalità e tempi di intervento. Questa la situazione: nel cantiere ci sono 13 alberi cui è stata fatta la zollatura, altri 31 sono stati completamente espiantati in attesa di essere trasferiti nell'area di stoccaggio e necessitano di cure più urgenti così come gli 11 che si trovano presso il deposito dell'istituto di vigilanza Alma Roma. 

Ci saranno interventi anche sugli ulivi monumentali cui sono state strappate le reti di protezione dalla xylella e che comunque, sotto particolare tutela della normativa regionale, non possono essere espiantati se non dopo specifica autorizzazione. 

Intanto oggi è iniziato materialmente anche l'annunciato ripristino dello storico muretto dell'antica masseria che era stato abbattuto nottetempo la scorsa settimana per erigere barricate. Il Comitato No Tap, che si era dissociato da quanto accaduto, ha onorato l'impegno assunto.

L'obiettivo, più in generale, è quello di ricreare attorno al presidio un clima di serenità dopo le tensioni delle scorse settimane e in attesa della camera di consiglio del Tar Lazio, prevista per il 19 aprile, fino alla quale a Tap è stata imposta la sospensione delle attività. Il fine settimana è stato certamente d'aiuto: iniziative artistiche e conviviali si sono succedute richiamando molti cittadini. Nel tardo pomeriggio 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruito lo storico muro di San Basilio. Pronto il piano per la cura degli ulivi

LeccePrima è in caricamento