Cronaca

Riserva marina di Porto Cesareo, “pescati” due trasgressori con mille ricci

Sorpresi con gli esemplari nell'Area protetta, i pescatori dovranno pagare sanzione di 4mila euro. Per tutelare l'ambiente, intanto, arrivano anche le guardie ecologiche

I ricci sottoposti a sequestro

PORTO CESAREO – Pesca illegale nell’Area marina protetta di Porto Cesareo. I militari dell’Ufficio locale marittimo del borgo ionico, hanno eseguito l’ennesimo sequestro di ricci di mare in località Torre Chianca. All’alba di giovedì, infatti, il personale della guardia costiera ha rinvenuto oltre mille esemplari ancora vivi, rigettati immediatamente nelle acque del luogo. Due ragazzi originari del Tarantino, questi i pescatori di frodo sopresi nella riserva, sono stati immediatamente identificati e denunciati. La loro attrezzatura, composta da due bombole d’aria, è stata posta sotto sequestro dopo gli appostamenti eseguiti grazia a un sistema di videosorveglianza installato in zona. Per entrambi, è anche scattata una multa di 4mila euro.ciao-2-2

Intanto, un importante traguardo è stato raggiunto in queste ultime settimane dall’Area marina protetta di Porto Cesareo, grazie ad una convenzione con la Provincia di Lecce che consente di avvalersi del prezioso supporto delle guardie ecologiche volontarie. Queste ultime hanno lo scopo di diffondere la conoscenza e il rispetto dei valori ambientali, concorrere con i volontari della riserva alla tutela del patrimonio naturale, effettuare un costante monitoraggio e controllo del territorio, e prevenire e accertare le violazioni.

I volontari affiancheranno gli operatori della riserva marina, via mare e via terra, nell’attività di sensibilizzazione e contrasto delle violazioni al regolamento dell’ente. In pochi giorni di attività sono state già elevate decine di sanzioni e identificati diversi trasgressori. Le guardie ecologiche, in virtù dell'ordinamento legislativo vigente, acquisiscono lo status di pubblici ufficiali con  funzioni di polizia amministrativa.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riserva marina di Porto Cesareo, “pescati” due trasgressori con mille ricci

LeccePrima è in caricamento