Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Torre Veneri: perizia conferma presenza di metalli sul litorale e nel mare

Il 3 dicembre i consulenti della Procura, Mauro Sanna e Antonio Susanna, hanno depositato i risultati delle loro indagini nel poligono militare: i materiali metallici, sull'arenile e in mare, sono da attribuire a residui di proiettili

LECCE – Le risposte dei periti sullo stato dell’area di Torre Veneri ci sono e non sembrano rassicuranti. E il rinvio della bonifica del tratto di litorale e di mare interessati dalle esercitazioni che avvengono nel poligono al ritmo di circa 200 l’anno appare sempre meno giustificabile.

Lo ripete, da tempo, l’associazione Lecce bene comune che oggi, alla luce di quanto della relazione di circa 80 pagine dei consulenti della Procura, Mauro Sanna e Antonio Susanna, è tornata sulla vicenda chiedendo la sospensione delle attività militari. Sollecitazione, peraltro già avanzata dal consiglio comunale all’unanimità, ma rispetto alla quale i vertici dell’Esercito hanno fatto spallucce, in attesa di qualche mossa degli inquirenti.

Da mesi è aperto un fascicolo, a carico di ignoti, nel quale si ipotizza le gestione illecita di rifiuti. E che metalli, con altre concentrazioni di piombo e alluminio, siano presenti nella sabbia e sul fondo del mare, è messo nero su bianco nella perizia depositata il 3 dicembre. I consulenti scrivono anche chiaro e tondo che si tratta di rifiuti non adeguatamente rimossi dopo l’addestramento: anzi, per quanto riguarda le acque, viene confermata la linea della commissione parlamentare alla quale già risultava, dall’esame della documentazione, l’assenza totale di qualsiasi operazione di rimozione. Tutto ciò in spregio tanto del disciplinare interno al poligono, quando del decreto legislativo 152 del 2006 sulla gestione dei rifiuti prodotti.

 “A questo punto è dovere del sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria sul territorio e nel rispetto della volontà dei consiglieri, alla luce di una situazione ambientale di evidente pericolo, adoperarsi per tutelare l'interesse pubblico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Veneri: perizia conferma presenza di metalli sul litorale e nel mare

LeccePrima è in caricamento