Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Ritardi dei bus e disagi per arrivare a scuola: la denuncia di una madre esasperata

Una signora di Lecce, residente nel quartiere Stadio, lamenta da circa 10 giorni ritardi sulle linee e deviazioni di percorso che le creano problemi negli spostamenti con mezzi pubblici

Foto di repertorio di un bus SGM

LECCE - Andare e tornare da scuola utilizzando i mezzi pubblici, specie se si abita in zone periferiche della città, può diventare una vera e propria odissea. Almeno questa è la sintesi del lungo resoconto fatto alla redazione di Lecceprima.it da una madre, C.R., che vive nel quartiere Stadio di Lecce.

E che ogni giorno deve spaccare la città per accompagnare il figlio di 9 anni in una scuola elementare non proprio vicina perché sita nel rione Castromediano, al confine con il Comune di Cavallino.

Il percorso è reso possibile dai bus di Sgm, anche grazie ad una coincidenza tra la linea 24 e la 23 che si incrociano in via XXV Luglio e che la signora di solito utilizza. Niente di trascendentale, per carità.

Se non che, da qualche giorno a questa parte, C.R. lamenta di non riuscire più ad arrivare e tornare a casa in tempi normali. La colpa? Sarebbe nei presunti ritardi e nelle deviazioni di percorso compiute, sin dall’inizio del nuovo anno scolastico, dai bus della Sgm.

“Sono più di dieci giorni che io e mio figlio di nove anni non riusciamo a ritornare a casa prima delle 15:00 o 15:30 dopo l’uscita della scuola elementare il cui orario è fissato alle 13.30. E questo nonostante la nostra abitazione sia vicina alle fermate delle linee 33 e 34, quindi nei pressi dell’ex Galateo. La scuola poi è vicina alla fermata della linea 24 di via Leuca”.

Ma il bus, denuncia lei, non riuscirebbe ad arrivare più in tempo: “Due giorni addietro abbiamo dovuto attendere il suo arrivo fino alle 15.00 e nel frattempo il bambino, che aveva fame, ha dovuto mangiare una merendina”.

La signora racconta di aver chiesto spiegazioni agli autisti dell’azienda, i quali avrebbero addebitato i disagi ai lavori di rifacimento della fogna.

“L’azienda però non riesce a trovare una soluzione efficace al problema, aumentando ad esempio il numero di autobus per garantire la puntualità - denuncia la signora- . La linea 24 ha cambiato nuovamente percorso, ed io ieri, 28 settembre, ho dovuto accompagnare il bambino a piedi a scuola partendo dalla Villa Comunale fino a Castromediano. I ritardi dei bus possono essere anche di un quarto d’ora, se non di più. Io sono stanca di dover subire questi disagi nonostante paghi il biglietto per ottenere un servizio”

“Ho provato a chiamare l’azienda per parlare con il direttore – prosegue lei - e rivolgergli le mie lamentele ma non ci sono mai riuscita. Per un motivo o per un altro, non me l’hanno mai passato”.

La signora aggiunge all’elenco delle proteste anche condizioni igieniche dei mezzi che secondo lei non sarebbero all’altezza delle aspettative.

Per quanto riguarda le comunicazioni dell’azienda, c’è da dire che il sito di Sgm riporta tutte le deviazioni delle linee trasporto urbano dovute ai lavori di rifacimento della fogna nei pressi della rotatoria della Questura.

E questo a far data dal 19 settembre 2018. Da quel giorno in poi i frequenti imbottigliamenti dei mezzi privati, ed il quotidiano congestionamento della circolazione stradale all’altezza della Questura, potrebbero aver influito anche sulla puntualità del servizio garantito da Sgm.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritardi dei bus e disagi per arrivare a scuola: la denuncia di una madre esasperata

LeccePrima è in caricamento