Si suicida lanciandosi nel giardino. Il corpo trovato dopo una settimana

Il macabro ritrovamento in mattinata, a Leverano. Un uomo di 41 anni si sarebbe lanciato dal secondo piano, in un cortile interno

La caserma dei carabinieri di Leverano

LEVERANO – Un macabro ritrovamento, nel corso della mattinata, a Leverano. Il corpo di un 41enne è stato trovato nel giardino interno dell’edificio nel quale viveva. Da solo. La salma, ormai in evidente stato di decomposizione, è stata rinvenuta da un parente in un cortile, dove la vittima si sarebbe tolta la vita, lanciandosi in un volo di diversi metri.

Viveva da solo, avendo perso entrambi i genitori anni addietro, e nessuno ha saputo dell’accaduto fino a oggi. L’ipotesi del suicidio sembra quella più accreditata. La salma dell’uomo è stata comunque trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove sarà sottoposta all’autopsia. Soltanto l’accertamento medico potrà fornire indicazioni precise sul momento e sul motivo della morte.

Sul posto, oltre al personale sanitario, anche i carabinieri della stazione locale, coordinati dal maresciallo Gianluca Pagliara. I militari dell’Arma, dopo aver eseguito un sopralluogo nel punto del ritrovamento, hanno anche ascoltato i conoscenti dell’uomo, alla ricerca di elementi sugli ultimi giorni di vita del 41enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento