rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Indagini in corso / Poggiardo

Si ferisce danneggiando la vetrata di un negozio, poi si allontana ma muore dissanguato

Rinvenuto il cadavere di un 43enne di origine albanese ma residente a Poggiardo, all’altezza del Parco dei Guerrieri: l’uomo ha accusato un malore dopo aver perso molto sangue

POGGIARDO - Si ferisce danneggiando la vetrata di un negozio, poi si allontana per far perdere le proprie tracce e muore dissanguato: potrebbe essere questa la sintesi di una vicenda a tinte fosche, su cui si sta cercando di far luce in queste ore, dopo il ritrovamento del cadavere di Klodjan Zoga, 43enne albanese ma residente a Poggiardo.

L’uomo è morto, come detto, in circostanze non chiare ed è stato rinvenuto senza vita sulla provinciale 363, all’altezza del Parco dei guerrieri di Poggiardo, dopo essersi recato in auto verso Minervino di Lecce, aver danneggiato la sede di un negozio, imboccando sempre a bordo del mezzo la strada del ritorno. Sono in corso sopralluoghi da parte delle forze dell’ordine, che stanno cercando di raccogliere testimonianze per ricostruire l’accaduto.

Da una prima sommaria ipotesi, sembra che il 43enne albanese, muratore e titolare di una ditta individuale, si fosse recato nella mattinata nella frazione di Cocumola e, una volta giunto lì, si sarebbe posizionato davanti al negozio di un uomo del posto, anch’egli operativo nel settore edile, danneggiando la vetrata della struttura: nella circostanza, però, l’uomo sarebbe rimasto gravemente ferito, tagliandosi in più punti del corpo dopo essere stato raggiunto da alcune schegge di vetro.

Sul luogo del triste epilogo

Cosa lo abbia spinto a compiere quel gesto non è dato saperlo, ma potrebbe ipotizzarsi qualche dissapore nato in ambito professionale, vista la coincidenza dell’attività svolta dalla vittima e dal proprietario del negozio, ma, in tal senso, spetterà agli investigatori dell’Arma dei carabinieri, chiarire ogni aspetto.

Fatto sta che il 43enne avrebbe deciso di non ricorrere all’intervento dei sanitari del 118 e alle cure mediche, nonostante la situazione lo richiedesse, preferendo allontanarsi in direzione Poggiardo.

Giunto all’altezza del parco dei Guerrieri, probabilmente a causa dell’enorme quantità di sangue perso, avrebbe accusato un malore, accostandosi e accasciandosi esanime. Di lì a poco il decesso. Una volta partite le segnalazioni degli automobilisti di passaggio, sul posto sono giunti i carabinieri per i rilievi del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ferisce danneggiando la vetrata di un negozio, poi si allontana ma muore dissanguato

LeccePrima è in caricamento