menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli inquirenti sul luogo.

Gli inquirenti sul luogo.

Un uomo senza vita tra tracce di sangue: probabile suicidio, attesa autopsia

La tragica scoperta in serata in una palazzina di Piazzale Rieti. La sorella di un 59enne non aveva sue notizie da giorni e si è recata sul posto. Scie ematiche su pavimento e mobilio: rilievi della sezione investigazioni scientifiche

LECCE – Un ritrovamento in serata, all’interno di una palazzina di Piazzale Rieti, nel quartiere Stadio: il corpo di un uomo senza vita, tra tracce di sangue sparse in casa. Indagini immediate per stabilire se si fosse trattato di un suicidio (come si è temuto sin dal primo momento) e per scongiurare l’ipotesi di un omicidio. La scoperta in serata, intorno alle 19, quando la sorella dell’uomo - un 59enne leccese - si è recata presso l’abitazione del parente non avendo più sue notizie da giorni. Una volta all’interno dell’appartamento, al quarto piano, la donna si è ritrovata davanti alla macabra scena: il corpo del fratello era riverso sul pavimento.  Tutt’attorno scie ematiche, per terra e sul mobilio. Ha allertato immediatamente i soccorsi, tramite i vicini di casa.

Sul posto sono giunti gli operatori sanitari, assieme ai carabinieri della stazione di Lecce. Sono sopraggiunti anche i militari della sezione investigazioni scientifiche dell'Arma per eseguire i rilievi e un’ispezione in casa. Nell’appartamento non sono stati rilevati segni di effrazione o danneggiamento, né altri elementi riconducibili all’aggressione da parte di qualcuno. La porta di ingresso, del resto, era chiusa dall’interno. Aspetti che hanno avvalorato agli occhi degli inquirenti la pista suicida. Sin da subito, infatti, non è stato escluso che la vittima potesse essersi provocata dei tagli – se volontariamente o accidentalmente è stato accertato soltanto in un secondo momento, ma saranno altri esami medici a confermarlo- per poi perdere la vita a causa di una copiosa emorragia.

Sul corpo dell'uomo, intanto sottoposto a una prima ispezione esterna da parte del medico legale, sono state effettivamente riscontrate lesioni che si sarebbe provocato tramite un taglierino. Stando alla prima ricostruzione il 59enne si sarebbe ferito per poi cercare di tamponare quelle ferite, rivelatesi fatali, con degli asciugamani trovati in casa. La salma, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per i successivi accertamenti clinici. Il pm presso la Procura della Repubblica di Lecce, Massimiliano Carducci, conferirà poi nelle prossime ore l’incarico al medico legame per eseguire l’autopsia e per ottenere risposte definitive sul tragico fatto.

*articolo modificato e aggiornato alle 21,47

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Auto e moto

    Cambio gomme invernali: date e normativa per il 2021

  • Cura della persona

    Manicure semipermanente fai da te senza l’uso della lampada

  • Cucina

    Cavolo verza stufato da preparare in primavera

  • Cucina

    Trippa alla pugliese, oggi pranziamo così

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento