Cronaca

Tragedia nel Pistoiese: pasticciere salentino senza vita in una scarpata

Da Firenze era andato a trovare la figlia che gestisce una trattoria. Travolto da un'auto, si è costituito l'uomo alla guida

Foto di repertorio.

AGLIANA (Pistoia)  - Travolto da un’auto, muore a 57 anni, compiuti da meno di una settimana. E’ una tragedia quella che ha colpito Giuseppe Palumbo, originario di Lecce, ma residente da anni in Toscana.

Il corpo della vittima è stato letteralmente travolto e lanciato in un fossato che costeggia la strada di Agliana, un paese della zona del quale è originario anche l'uomo che intorno alle 17 di ieri si è costituito in serata nella locale caserma dei carabinieri che erano sulle sue tracce: si tratta di un individuo già noto alle forze dell'ordine, di 34 anni. I militari erano sulle sue tracce dopo aver raccolto dei frammenti sul luogo dell'impatto.

L’uomo lavorava come pasticciere in un ristorante di Firenze, ma l’altra sera si era recato nel Pistoiese per trovare la figlia, anche lei lavoratrice nel ramo della ristorazione. La donna, infatti, gestisce una trattoria nella cittadina del Pistoiese, e nel pomeriggio di domenica aveva ricevuto la telefonata da parte del 57enne: quest’ultimo era salito sul treno nel capoluogo toscano, pronto per raggiungerla. Ma una volta arrivato a destinazione, qualcosa è andato storto.

E il suo cadavere è stato rinvenuto nella scarpata soltanto in un secondo momento. Vigili del fuoco e carabinieri, infatti, hanno esteso le ricerche di Palumbo per tutta la nottata che ha preceduto lunedì: e soltanto nella mattinata di ieri hanno scoperto il cadavere. La salma è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “San Jacopo” di Pistoia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia nel Pistoiese: pasticciere salentino senza vita in una scarpata

LeccePrima è in caricamento