Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Litorale

Sul gommone 32 borsoni di marijuana. A riva, i finanzieri soccorrono ragazzo di 22 anni

Nella tarda serata, un pescatore ha segnalato la presenza di un natante, a circa 200 metri dalla costa adriatica. Contemporaneamente, un giovane albanese è stato trovato poco distante e condotto in ospedale. Sull'imbarcazione, decine di involucri contenenti 360 chilogrammi di droga

Il gommone con il carico di droga

SAN CATALDO (Lecce) – La battuta di pesca. Poi l’avvistamento. E una coincidenza: il ritrovamento, sulla costa,  di un giovane uomo che chiedeva aiuto e di oltre tre quintali e mezzo di droga in mare. Serata concitata per un pescatore che, intorno alle 23 di ieri, si è subito rivolto al numero di pronto intervento, per segnalare la presenza di quel gommone sospetto, lungo circa 5 metri, a circa 200 metri dalla costa,  nei pressi del lido "Stella del sud" di San Cataldo, la marina leccese.

Raggiunto da una motovedetta del Reparto operativo aeronavale della guardia di Finanza di Bari, il natante è stato trainato a riva. Contemporaneamente, un ragazzo di 22 anni originario di  Valona,  è stato fermato dai poliziotti sul litorale poco distante dove, oltre agli uomini delle fiamme gialle e ai colleghi del Reparto aeronavale di Taranto,  erano anche giunti gli agenti del commissariato idruntino e e i militari della capitaneria di porto di Otranto. Il giovane, completamente bagnato, stava chiedendo aiuto, In preda all'ipotermia, è stato immediatamente e affidato ai sanitari del 118.

Il gommone, intanto, dotato di un motore da 90 cavalli, è stato posto sotto sequestro. I sospetti degli inquirenti sono stati confermati sin dal primo sopralluogo effettuato: all’interno del natante, erano stipati 32 borsoni, contenente 360 chilogrammi di marijuana. Anche la sostanza stupefacente è finita nelle mani del personale della guardia di finanza, mentre il giovane di nazionalità albanese, privo di documenti di identità, è stato stato sottoposto ad accertamenti medici presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, per scongiurare il pericolo di assideramento. Successivamente, è stato condotto in caserma per essere ascoltato.

GUARDA IL VIDEO

Sull'imbarcazione, inoltre, i finanzieri hanno anche rinvenuto documenti e altro materiale utile all'attività investigativa, nella quale si tenterà di stabilire l'eventuale presenza di altri complici che gli inquirenti cercheranno di identificare. La zona di mare e il tratto di costa sono stati sottoposti a una serie di pattugliamenti, alla ricerca di altro stupefacente o di eventuali naufraghi, ma con esito negativo. Non è ancora dato sapere se la scoperta dell'ingente quantitativo di droga sia, in qualche modo, ricollegabile al giovane scoperto a riva. Non vi sarebbero, al momento, prove sufficienti, ma soltanto deboli indizi e più di un sospetto che potrebbe prendere forma nel corso delle prossime ore. Quando il giovane migrante sarà interrogato e l'attività di indagine sarà stata arricchita da altri elementi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul gommone 32 borsoni di marijuana. A riva, i finanzieri soccorrono ragazzo di 22 anni

LeccePrima è in caricamento