menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ritrovamento del sacco a Roca.

Il ritrovamento del sacco a Roca.

Mistero a Roca: spunta femore, poi dai fondali emerge un sacco pieno di ossa

La ricognizione, anche da parte di sommozzatori ed elicottero del 115, è cominciata all’alba, dopo il ritrovamento nella serata di giovedì di un osso. Nelle acque della marina di Melendugno anche altri resti: ignara la provenienza

ROCA (Melendugno) – Macabra scoperta a Roca, una delle marine di Melendugno e tra le più note località turistica del Salento. Dapprima spunta un femore, in avanzato stato di decomposizione. Scattano le indagini e, durante le ricerche, il mare restituisce un misterioso sacco contenente altre ossa. Si sta cercando di stabilire la natura di questi frammenti dopo le concitate ricognizioni avviate nella tarda serata di giovedì: dopo i primissimi riscontri non si esclude affatto, anzi, che possano essere di origine animale.

Tutto è nato dalla segnalazione di un cittadino che al buio e notando quell’osso, si è rivolto al 112 indicando il punto. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri della stazione di Melendugno, assieme ai colleghi della compagnia leccese e ai militari della guardia costiera di Otranto. Recuperato il reperto, poi inviato ai laboratori dell’Arma per gli accertamenti di natura scientifica, è stato richiesto l’immediato intervento dei vigili del fuoco. Sul posto del ritrovamento, sin dalle prime ore del giorno, sono accorsi i sommozzatori del 115 da Bari e i colleghi del Nucleo elicotteri, con un AB 412, supportati dalle squadre del comando provinciale.

Intorno all’ora di pranzo la ricognizione è stata dichiarata conclusa: il sacco pieno di altre ossa, d'altronde, era stato già recuperato sin dai primi istanti. Si trovava a circa due metri di profondità e praticamente sottocosta, a circa un centinaio di metri di distanza dall’insenatura. Si presume che il frammento rinvenuto al buio, sulla spiaggia, sia fuoriuscito da quel sacco. Ma, ovviamente, sono in corso ulteriori indagini da parte degli investigatori.

Il video: le ricerche

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento