Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Robert Miller alla Fiera Cavalli. Cresce l’arte equestre anche nel Salento

In Italia, grazie alla mediazione della studiosa salentina, Serena Cappello, arriva in occasione dell'appuntamento di Verona l'ideatore dell'imprint training. Tra le iniziative, un convegno patrocinato dall'Università del Salento

MELENDUGNO - Il territorio salentino vanta una grande tradizione nell’arte equestre, ne è riprova le attività svolte negli ultimi anni a Verona, presso Fiera Cavalli. L’intraprendenza di una giovane studiosa di etologia sta facendo sì che il Salento diventi un punto di riferimento per chi si occupa dell’addestramento dei cavalli.

Nella scorsa edizione della fiera, “ilportaledelcavallo.it” - il più importante sito per gli appassionati di cavalli in Italia - ha organizzato per conto dell’Ente Fiera Cavalli di Verona una serie di incontri tra cui un simposio di etologia. Ad esso hanno partecipato esperti da tutta Italia tra cui la salentina Serena Cappello, esperta della manipolazione precoce dei puledri, studiosa di etologia e psicologia equina.

Per l'edizione di Fiera Cavalli 2012, la dinamicità della studiosa ha fatto sì che Robert M. Miller (ideatore dell'imprint training, il metodo che permette, tramite l'applicazione dei principi dell'imprinting ai puledri appena nati, di modellare in modo permanente il comportamento del cavallo) sarà per la prima volta in Italia a disposizione degli allevatori, dei veterinari e di tutti i proprietari di cavalli in due giornate a Fiera Cavalli Verona: è un'occasione più unica che rara in quanto non saranno previste repliche né in Italia né in Europa.

Il convegno, che si terrà venerdì 9 e sabato 10 novembre, è patrocinato dall'Università del Salento e prevede anche la partecipazione di Antonio Godino, ordinario di psicologia generale presso l'Ateneo leccese e specialista in psichiatria e psicologia medica, di Serena Cappello, studiosa di etologia e psicologia equina, Elio Paiano, editore di “Imprint training" e "I misteri del cavallo" di Robert M. Miller, e di Lucio Cetra, allevatore e titolare della struttura "Maneggio Ippogrifo" in Otranto.

L'evento è promosso dalla Hydrusa.com, da Melendugno.net, dal centro ippico Ippogrifo di Lucio Cetra in Otranto e dalla scuderia Brigante di Alessandro Cafaro in Muro Leccese in esclusiva per FieraCavalli Verona, prima fiera equestre italiana che sia riuscita ad ottenere la presenza del celebre veterinario e scienziato californiano. Miller ha aderito all'idea di avviare dei corsi, in esclusiva per l'Italia, che mirano a formare l'imprinter, una nuova figura professionale che affiancherà i veterinari prima, durante e dopo il parto della cavalla.

Seguire i convegni di Verona, che sono gratuiti e aperti a tutti (ma data la capienza limitata della sala si consiglia il preaccredito), darà la possibilità di partecipare, previa iscrizione, al corso pratico che si terrà in primavera presso la Scuderia Brigante in Muro Leccese (Lecce) in corrispondenza della nascita dei puledri e di applicare la conoscenza teorica acquisita a Verona. Ogni partecipante avrà un contatto diretto con la fattrice e il puledrino.

L'imprinterMiller-2 - così è definito colui che pratica la manipolazione del puledro appena nato - effettuerà le procedure di desensibilizzazione (per lo più massaggi e carezze) in determinate parti del corpo del puledro appena nato prestando particolare attenzione alle zone più sensibili quali la faccia, le orecchie e il naso; rispettando sempre i tempi del puledro. Ciò non vuol dire che l'imprinter si sostituisce alla madre, sarebbe assurdo solo pensare che un uomo si possa sostituire al legame materno. Ogni tipo di interazione deve sempre avvenire tra uomo-fattrice-puledro e mai l'uomo si dovrà frapporre tra il puledrino e la sua mamma.

Praticare la manipolazione del puledro appena nato non è facile e occorre una buona preparazione da parte di chi vuole intraprendere tale via. L'imprinter deve essere dotato di molta calma, di molta sicurezza e di una grande sensibilità. Al termine del corso completo sarà rilasciato un diploma firmato e riconosciuto da Robert M. Miller e dalla Robert M. Miller-Italia. Il Salento è destinato a divenire una meta importante per gli appassionati di equitazione e del mondo del cavallo grazie a questa importante iniziativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Robert Miller alla Fiera Cavalli. Cresce l’arte equestre anche nel Salento

LeccePrima è in caricamento