Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Rompe il naso alla fidanzata, la polizia ferma un russo

Una donna di Biella in ferie s'è presentata gravemente ferita nella notte nel "Vito Fazzi" di Lecce. Non ha voluto denunciare l'aggressore, il suo compagno, ma gli agenti l'hanno rintracciato comunque

Lei era stanca, non voleva uscire. Lui, invece, quel giro in città voleva farlo per forza. E così, dal litigio si è passati alle mani. L'uomo, un cittadino di nazionalità russa, di 28 anni, in vacanza a Lecce con la fidanzata 31enne di Biella, entrambi ospiti di un bed and breakfast, l'ha menata, e con una certa violenza. Fino a fratturarle il naso. Il sangue, la paura, il dolore. La giovane piemontese ha raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale "Vito Fazzi" per farsi visitare. I medici hanno ovviamente intuito subito che quelle lesioni non potevano essere frutto di un comune incidente.


E lei, fra le lacrime, alla fine ha raccontato la verità: a picchiarla proprio il suo uomo, e per motivi davvero futili. Tuttavia, non ha voluto sporgere querela. Ma la polizia, avvisata dal personale medico, ha comunque iniziato una "caccia all'uomo" in città. Prima ha fatto visita nella struttura turistica, non ritrovandolo. Infine, l'ha rintracciato in giro per la città, di notte. E' stato denunciato per lesioni gravi e gli è stato affidato un avvocato d'ufficio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rompe il naso alla fidanzata, la polizia ferma un russo

LeccePrima è in caricamento