Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Ruba battello e minaccia il gestore: preso dopo la fuga lungo il Tevere

Un 48enne di Presicce denunciato per rapina impropria a Roma: la polizia fluviale lo ha bloccato dopo un inseguimento

Il battello turistico ormeggiato a Roma

PRESICCE – Ha "occupato" abusivamente un battello, minacciato il gestore dell'attività per turisti e fuggito lungo il Tevere con l’imbarcazione.  L.A.V., un 48enne residente a Presicce, è finito nei guai nelle ultime ore, a Roma, dopo la bravata.

Tutto è cominciato nella mattinata di ieri, quando il titolare del natante, ormeggiato sul fiume della capitale nei pressi di Ponte Marconi per trasportare i vacanzieri in tour, ha notato il salentino a bordo, ovviamente senza alcun consenso. Non è dato sapere per quale motivo il 48enne si trovasse a Roma, ma di certo c’è che, alla vista del proprietario non solo non ha chiesto scusa, ma lo ha persino minacciato con un coltello. Poi, come se non bastasse, ha sciolto gli ormeggi e ha cominciato la sua navigazione. Il malcapitato ha allertato immediatamente le forze dell’ordine, per denunciare l’accaduto.

Sono stati gli agenti di polizia della sezione fluviale a intercettare, nei pressi di via della Magliana, il 48enne, dopo circa un chilometro di navigazione. Il ladro, infatti, un navigatore non proprio esperto, non ha proseguito con andatura veloce, per cui è stato semplice rintracciarlo. Accompagnato presso gli uffici del commissariato locale, il 48enne  è stato identificato e poi accusato di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba battello e minaccia il gestore: preso dopo la fuga lungo il Tevere

LeccePrima è in caricamento