Cronaca Ugento

Ruba gommone, inseguimento in mare. Poi la fuga a piedi

Al largo di Ugento stanotte tra battello della capitaneria di porto di Gallipoli e ladro che si era appropriato del natante di 6 metri, con fuoribordo da 100 cavalli, utile per trasportare clandestini

Image-3

UGENTO - Inseguimento in mare questa notte tra una battello della capitaneria di porto di Gallipoli e un gommone, al largo di Ugento. Non si è trattato, però, del classico tallonamento tra i mezzi delle forze dell'ordine e gli scafisti che trasportano clandestini: l'ipotesi più probabile invece porterebbe dritto ad un furto del natante che si trovava forse ancorato in una delle darsene lungo la costa. Gommone, che ad ogni modo, una volta rubato, sarebbe poi potuto essere utilizzato per compiere le traversate del canale d'Otranto per il trasporto di clandestini.

L'inseguimento è iniziato quando i militari della capitaneria hanno notato il natante che, con fare sospetto, e a luci spente, navigava in quel tratto di mare, caratterizzato dai bassi fondali. Ma quando il gommone è stato illuminato ed è partito l'ordine di fermarsi, chi si trovava al timone ha invertito la rotta, dirigendosi a tutta manetta verso la costa e non a caso tagliando le secche che caratterizzano quel tratto di mare. Scopo del ladro, era forse quello di far desistere i militari della guardia costiera dall'inseguimento.

E così, dopo alcune pericolose gimcane, il gommone è riuscito a raggiungere la costa di lido Marini, seppur tallonato da due mezzi della capitaneria. Quel vantaggio è bastato a chi si trovava al timone del natante, che a questo punto si può dire conoscesse bene la tipologia di quei fondali, di poter guadagnare la riva, dopo aver fatto incagliare il gommone su uno scoglio.


Ma nonostante le ricerche a terra dai militari della guardia costiera e dagli agenti delle volanti della polizia di stato, lo scafista non e' stato rintracciato. Il gommone, della lunghezza di 6 metri, che montava un fuoribordo della potenza di 100 cavalli, aveva i segni del furto, dato che a bordo è stata trovata una grossa tronchese, nonché una tanica di benzina che avrebbe poi assicurato al mezzo notevole autonomia in mare aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba gommone, inseguimento in mare. Poi la fuga a piedi

LeccePrima è in caricamento