menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba i dati della carta di credito ed effettua scommesse online a raffica

Vittima un professionista di Corigliano. Artefice, un 40enne napoletano. Tramite conti intestati a persone inesistenti, i proventi confluivano presso il suo punto di raccolta

CORIGLIANO D’OTRANTO - Magari non ricorderà nelle dinamiche “La stangata”, di sicuro è uno dei tanti frutti della contemporaneità e delle mille possibilità offerte da Internet. Ma la truffa – questo è certo – era piuttosto ben congegnata e, proprio come nel film interpretato dai mostri sacri Paul Newman e Robert Redford, trova ambientazione nel mondo delle scommesse.

La vicenda in questione è partita con il solito furto di dati da una carta di credito, per poi assumere derive diverse dal solito acquisto di merce a spese del malcapitato di turno. Artefice di tutto, B.V., 40enne di San Giorgio a Cremano,  socio-titolare di un punto di raccolta di scommesse di Napoli. A inchiodarlo, un’indagine nata nel Salento. A Corigliano d’Otranto, per la precisione. Dove i carabinieri della stazione locale sono partiti dalla denuncia di un libero professionista del posto, per poi ricostruire movimenti che li hanno condotti fino in Campania.

Ebbene, stando a quanto ricostruito, il 40enne avrebbe ottenuto i dati di carte di credito in modo fraudolento e,  tramite sistemi di gioco online, avrebbe effettuato ben 43 operazioni, fino a sottrarre mille e 696 euro dal conto della vittima. E ora il bello. Gli accertamenti hanno consentito di ricostruire i flussi finanziari e informatici diretti su tre distinti conti di gioco accesi a nome di persone inesistenti su altrettanti siti di scommesse. Scoprendo così che i proventi delle vincite confluivano presso il punto di raccolta di scommesse di Napoli gestito dal 40enne. Diabolico, è dir poco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento