Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Ruba una borsa in un b&b, ma lo inchioda l'applicazione del cellulare

Arrestato un 19enne nigeriano, già autore accertato di altri furti e sospettato di ulteriori. Rintracciato nella stazione

LECCE – Gli agenti di polizia delle volanti, ieri pomeriggio, hanno arrestato Osawalu Salami, nigeriano 19enne. Per lui è l’ennesima volta che scatta un’imputazione. Autore di recente di tanti piccoli furti – specie nei negozi - è attualmente sospettato di averne compiuti anche altri ancora, sempre nel centro di Lecce.

Salami questa volta è stato fermato in stazione. Ha rubato una borsa dentro un b&b nel centro di Lecce, ma non sapeva che dentro, fra le altre cose (fra cui un portafoglio, vari documenti di identificazione, carte di credito, effetti personali) c’erano due telefoni cellulari, di cui uno dotato di un’applicazione che ne consente la localizzazione. Ragion per cui i proprietari hanno chiamato la polizia, indicando da dove provenisse il segnale: fra la stazione ferroviaria e via del Ninfeo.

Arrivati davanti alle banchine affollate di viaggiatori e turisti, i poliziotti hanno raggiunto in particolare l’ultimo binario, dove vi era un treno regionale in procinto di partire. I due agenti si sono separati. Uno è andato in coda al treno, l’altro si è recato sul primo convoglio. Ma a un certo punto, l’attenzione dei uno di loro è stata richiamata da un particolare: due ragazzi di colore passeggiavano oltre il settimo binario su una zona dove non vi è la banchina per i passeggeri, parlottando fra loro e osservando i movimenti della polizia.

Insospettiti dall’atteggiamento, i due agenti sono scesi dal treno e con cautela, simulando un semplice controllo dei documenti, sono riusciti ad avvicinare i due. Durante il controllo, Osawalu Salami, corrispondente alla descrizione fornita dalle vittime del furto, si è dimostrato particolarmente insofferente, cercando di convincere gli agenti a lasciarlo andare per prendere un treno per Brindisi. Durante le perquisizione, nella tasca dei pantaloni  i poliziotti hanno trovato due cellulari,  quattro carte di credito e, in un borsello a tracolla, due cacciavite e il portafoglio rubato.

Davanti all’evidenza dei fatti, è stato invitato a indicare il punto in cui aveva abbandonato la borsa. Ripercorrendo il tragitto a ritroso, in piazzetta Isabella Castriota, ha indicatp agli agenti il luogo esatto, all’interno di un vicolo, dove l’aveva nascosta.   

La visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza del b&b è stata il tocco finale. Ha permesso di osservare in modo nitido il 19enne mentre rubava la borsa e fuggiva. Il 19enne, che ha anche un obbligo di dimora in provincia di Brindisi, è stato arrestato per il furto e indagato per violazione degli obblighi e per il possesso di oggetti atti allo scasso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba una borsa in un b&b, ma lo inchioda l'applicazione del cellulare

LeccePrima è in caricamento