menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede di Valentino Caffè.

La sede di Valentino Caffè.

Furti a raffica nella zona industriale e scene da Far West: caccia a due bande

Un furto è avvenuto all'interno del deposito in disuso di Savoia Srl. I ladri hanno smontato tubature e componenti varie. Il colpo scoperto ieri mattina. E nella notte le guardie giurate del Consorzio di Surbo hanno sparato in aria per fermare i malviventi. Un furgone recuperato, altri due sottratti

LECCE – Due furti consumati, un furgone Fiat Daily comunque salvato grazie all’intervento delle guardie giurate. Nella zona industriale di Lecce sono tornati di moda i furti in grande stile, e se ieri mattina presso il deposito della Savoia Srl (nella foto in basso), in liquidazione, n’è stato scoperto uno per un danno notevole, al momento ancora da quantificare, nella notte un vero e proprio caos è scoppiato nei pressi dello stabilimento di Valentino Caffè, dove le guardie giurate del Consorzio di vigilanza di Surbo sono intervenute per sventare un colpo, esplodendo anche alcuni colpi d’arma da fuoco in aria.

Il primo furto, come detto, riguarda il deposito di componenti per cucine, già agenzia della Zanussi. Il capannone è chiuso da qualche tempo, e i malviventi lo sapevano bene. Sono entrati in un momento indefinibile, attraverso un seminterrato. Dal fabbricato hanno poi rubato tutto ciò che sono stati in grado di portare via, usando presumibilmente dei furgoni. E, dunque, smontati tubi e rubinetterie, impianti di riscaldamento e altra attrezzatura varia. I “cacciatori di ferro e rame” Una volta svuotato il deposito, si sono dileguati. Solo ieri mattina intorno alle 10 il fatto è stato scoperto. Sul posto è intervenuta la polizia per il sopralluogo di rito.    

Ma i furti nella zona industriale sono stati ben due. Il secondo è avvenuto poco dopo le 23 della notte appena trascorsa. E in questo caso c'è stato un vero e proprio faccia a faccia. I ladri si sono concentrati sui mezzi parcheggiati nel piazzale della torrefazione di caffè di via Croazia. Dopo aver rotto i lucchetti del cancello d'ingresso del capannone, hanno cercato invano di manomettere il sistema di allarme.

foto 3-6-28Le guardie giurate del Consorzio di vigilanza di Surbo si sono fiondate sul posto, notando il cancello aperto e un furgone di colore bianco che cercava di allontanarsi velocemente nel sentiero tracciato in precedenza dai ladri nelle campagne.

I vigilanti, scesi dalle pattuglie, hanno inseguito a piedi i malviventi esplodendo alcuni colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio. Chi si trovava a bordo del Daily, è stato costretto ad abbandonare il mezzo nelle campagne e ad allontanarsi a piedi.

Nel frattempo sono stati avvisati la centrale operativa della questura e il titolare dell’azienda. Alcune volanti si sono messe a caccia dei ladri, insieme alle guardie giurate, ma senza più ritrovarli. Sul posto anche la scientifica per i rilievi. Un controllo più approfondito ha permesso di scoprire come all’appello mancassero comunque due altri furgoni. I ladri, dunque, non saranno stati meno di tre, ma hanno dovuto abbandonare uno dei mezzi quando alle loro spalle si sono messi gli inseguitori.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento