Rubati 18mila pannelli: furto per 8 milioni di euro

Sono circa 750 i bancali, contenenti pannelli fotovoltaici, letteralmente scomparsi da due depositi nella zona industriale di Galatina. Per le ricerche la polizia ha impiegato anche gli elicotteri

Pannelli fotovoltaici (foto di repertorio).
GALATINA - Sono circa 750 i bancali, contenenti pannelli fotovoltaici, letteralmente scomparsi da due depositi della ditta "Marra pavimenti" nella zona industriale di Galatina. Secondo l'ultmo inventario, qualcosa come 18mila pezzi. Un furto immenso, per quantità e valore presuntivo del danno. Si parla di almeno 8 milioni di euro, secondo le prime stime. Ma soprattutto, colpisce il modo in cui una banda, che doveva essere davvero nutrita, sia entrata in azione.

Si calcola che ad agire non siano state meno di una ventina di persone, per altrettanti mezzi pesanti, forse anche di più. Un piccolo esercito, riuscito a farla franca, in un momento imprecisato della notte, forse fra sabato e domenica, forse fra domenica e lunedì. Ancora non è chiaro quando l'episodio sia avvenuto. I pannelli sono di proprietà di una società spagnola, Avanzalia, specializzata proprio in energie rinnovabili, e nei capannoni erano solo stati depositati, in attesa di un loro impiego: erano infatti stati affittati nel dicembre scorso. La banda di ladri ha dunque forzato i cancelli e poi lavorato di buona lena, per caricare tutto il materiale in mezzi pesanti e prendere il largo.

La scoperta di uno dei furti più colossali della storia locale è avvenuta soltanto questa mattina. E da allora, s'è messa in moto tutta la macchina delle indagini, per le quali sono in piena attività il commissariato di Galatina e la squadra mobile di Lecce. La scientifica ha svolto alcuni sopralluoghi per rilevare le effrazioni.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I capannoni sono piuttosto vecchi, non dispongono di videocamere e non c'è vigilanza. In mattinata si sono alzati in volo anche gli elicotteri della polizia di Stato per perlustrare la zona d'alto a caccia di qualche segno. D'altro canto, non è semplice nascondere un carico così imponente e non si esclude che la maxi-refurtiva possa essere più vicina di quanto si creda. Nei capannoni erano accatastati in tutto un migliaio di bancali. Ora ne sono rimasti appena 250.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento