Cronaca

Rubavano e vendevano pezzi di ricambio per auto, in manette due brindisini

Sono stati colti sul fatto. Sequestrati numerosi "attrezzi da lavoro" e biglietti da visita per pubblicizzare l'attività

LECCE – Avevano creato un’attività tanto illecita quanto redditizia di vendita di pezzi di ricambio per auto, creando anche dei biglietti da visita personalizzati. Si trattava però, come accertato dai carabinieri, impegnati una continua attività di controllo per prevenire il fenomeno dei furti nella città, di oggetti rubati.

DI PRESA ALESSIO-2Venerdì notte i militari del Nucleo operativo e radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato due pluripregiudicati: Antonio Campioto, 46enne di Brindisi, e il concittadino Alessio Di Presa, 30enne. I due sono stati sorpresi su via Lequile, intenti a smontare con maestria i fari di una Fiat Punto, per poi riporli nella loro autovettura. Alla vista dei carabinieri hanno tentato una precipitosa fuga all’interno del garage di un condominio, ma sono stati facilmente raggiunti e bloccati.

All’interno del loro mezzo sono stati trovati i fari appena smontati e il kit del perfetto ladro in trasferta: numerosissimi arnesi e utensili da scasso, grimaldelli di rara fattura, uno scanner per la rilevazione di dispositivi antifurto e segnali di radiofrequenza. Non solo, i carabinieri hanno trovato alcuni biglietti da visita di Di Presa per pubblicizzare la ditta “DPA – Ricambi usati di tutte le marche”, la cui provenienza è diventata subito chiara.

Dell’arresto è stato informato il magistrato di turno, Massimiliano Carducci, che ha disposto per i due gli arresti domiciliari. Sono al vaglio degli investigatori eventuali collegamenti con CAMPIOTO ANTONIO-2ricettatori e altri malviventi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubavano e vendevano pezzi di ricambio per auto, in manette due brindisini

LeccePrima è in caricamento