rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Cronaca Taurisano

Ritrovata la Mercedes rapinata al commercialista. Al vaglio telecamere dello studio

L'auto sottratta ieri sera al professionista di Taurisano, ferito al volto con un colpo inferto con il calcio di un fucile, rinvenuta nella zona industriale di Ruffano. Usata per fuggire, dopo la fallita richiesta di denaro

TAURISANO – È stata ritrovata questa mattina, nella zona industriale di Ruffano, la Mercedes Classe B rapinata ieri sera a Taurisano, ai danni di un commercialista del posto e della moglie, che si sono ritrovati all’improvviso due malviventi nello studio professionale. Uno di loro, armato di un fucile a canne mozzate, ha anche colpito il commercialista in volto usando il calcio dell’arma, ferendolo (per fortuna in modo non grave) sotto il mento.

Soggetti di età giovane, forse del posto (anche per via della parlata), non del tutto esperti, ma comunque sufficientemente scaltri da non far rinvenire impronte, né da farsi immortalare in volto da eventuali telecamere. Sono gli elementi sui quali stanno lavorando gli agenti di polizia del commissariato locale. Ipotesi, chiaramente, ma che possano essere della stessa Taurisano lo suggerisce proprio il fatto di aver sottratto l’autovettura, per poi abbandonarla quasi subito. Non ne avevano vera necessità, se non per fuggire. Evidentemente, sul luogo della rapina dovevano esservi arrivati senza usare veicoli.

Quando ieri sera, attorno alle 20, i due malviventi hanno fatto irruzione nello studio di viale Eroi d’Italia, erano a caccia di denaro in contante. Non essendo però riusciti a ottenerne, dopo aver bloccato rudemente il professionista, la cui reazione è nata soprattutto dalla preoccupazione che potessero fare del male alla moglie, si sono impossessati delle chiavi dell’autovettura, parcheggiata nelle vicinanze, e sono scappati a tutto gas dopo esservi saliti a bordo, forse temendo anche un arrivo rapido dei poliziotti, visto che il commissariato sorge a breve distanza.

Si presume che, partendo dal viale, abbiano imboccato la strada provinciale 374, per poi arrivare in pochi minuti nella zona industriale del vicino comune di Ruffano, abbandonando qui la Mercedes, ben consapevoli che nel frattempo dovevano essere state diramate le ricerche del mezzo.

Sul posto, questa mattina, si è recata anche la scientifica, ma non sono state rilevate impronte digitali. A questo punto, le attenzioni degli investigatori comandati dal vicequestore Salvatore Federico si stanno concentrando soprattutto sulle immagini del sistema di videosorveglianza di cui è dotato lo studio professionale, sperando di cogliere elementi in grado di instradarli verso la soluzione del caso. Tuttavia, i due malviventi avevano i volti ben coperti. Avranno usato passamontagna o scaldacollo.   

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovata la Mercedes rapinata al commercialista. Al vaglio telecamere dello studio

LeccePrima è in caricamento