menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sala bar dell'agriturismo abusiva, scattano i sigilli dei carabinieri del Noe

Sul litorale di Otranto continuano a tamburo battente i controlli dei militari. E' il quarto intervento culminato con un sequestro di opere

OTRANTO - Continua a tamburo battente l’attività dei carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce per la tutela e repressione dell’abusivismo edilizio in zona a vincolo paesaggistico sul litorale di Otranto. Sono settimane, ormai, che i carabinieri del Noe, comandanti dal  maggiore Dario Campanella, perlustrano l’area, in particolare quella di località Fontanelle, scovando irregolarità. L’ultimo episodio in ordine di temp riguarda un’altra struttura ricettiva sul litorale idruntino, l’agriturismo “Giardini d’Oriente”.

Anche qui è stato imposto un sequestro su una struttura di legno di circa 20 metri quadrati, utilizzata come sala bar. Stando alle contestazioni mosse dai carabinieri, è risultata realizzata senza titolo edilizio e autorizzazione paesaggistica.  Il proprietario e gestore della struttura, B.S., 36enne, è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria per la realizzazione delle già citate opere.

Si tratta del quarto intervento culminato con sequestri e denunce per abusivismo. Era già successo, infatti, il 21 e il 26 novembre e, ancora, il 10 dicembre, presso le strutture ricettive “Tenuta turchi” , “Corte del casaro” e “Cicerietria”. E le attività di controllo e tutela, preannunciano i militari, continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento