Cronaca

"Salento d'amare", il marchio d'area entra in Europa

Il logo si appresta a diventare comunitario. La Provincia di Lecce ha depositato contrassegno e relativa registrazione presso l'ufficio europeo di Alicante, in Spagna

Segno di riconoscimento: Salento d'amare". Il marchio d'area si appresta a diventare comunitario dopo che la Provincia di Lecce ha depositato il contrassegno e la relativa registrazione presso l'ufficio europeo preposto di Alicante, in Spagna. La registrazione del marchio avviene nell'ambito dello stesso programma "Marchio d'area - Salento d'amare" varato dall'Ente provinciale insieme a Italia Lavoro, il cui scopo è la creazione di uno strumento utile alla valorizzazione e alla promozione delle produzioni agroalimentari tipiche, nonché dal rilancio, anche in termini occupazionali, del turismo, del comparto agricolo e dell'artigianato.

Intanto, a seguito dell'approvazione da parte del Consiglio provinciale, dei regolamenti per la sua concessione ed il suo successivo utilizzo, il Programma è entrato nella fase operativa, che prevede l'imminente avviamento della sperimentazione e dell'acquisizione delle prime adesioni da parte delle aziende. Così il prossimo martedì 3 aprile, alle 10.30, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini a Lecce le imprese salentine sono chiamate a raccolta per aderire al Programma "Marchio d'Area - Salento d'amare". L'incontro è stato convocato dall'assessore al Turismo e al Marketing territoriale Maria Rosaria Manieri per un aggiornamento sullo stato di attuazione del programma e per illustrare le prossime fasi di sviluppo e le relative opportunità per il territorio. A seguito dell'approvazione, da parte del Consiglio Provinciale, dei regolamenti per la sua concessione ed il suo successivo utilizzo, il Programma è infatti entrato nella fase operativa, che prevede l'imminente avviamento della sperimentazione e dell'acquisizione delle prime adesioni da parte delle aziende.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Salento d'amare", il marchio d'area entra in Europa

LeccePrima è in caricamento