Cronaca Melendugno

Salento pattumiera, nell'uliveto discarica pericolosa

Denunciata dalla Giardia di finanza alla Procura una persona per "attività di gestione di rifiuti non autorizzata". Sul terreno Carcasse di autoveicoli e motocicli con pezzi di motore e pneumatici

foto-32

BORGAGNE (Melendugno) - Carcasse di autoveicoli e motocicli con pezzi di motore, pneumatici, parti elettriche e batterie, alcune lastre di eternit. Ancora pneumatici, questo volta provvisti di cerchio, sempre accatastati sul terreno. E poi perfino uno scafo in resina, un cassone contenente materiale ferroso, bidoni in ferro e plastica.

Tutti questi rifiuti che la normativa definisce speciali e il cui smaltimento mai potrebbe essere improvvisato, erano invece in una campagna di Borgagne, frazione di Melendugno, e per la precisione su un'area di circa mille metri quadrati destinata alla coltivazione di olivi.

La discarica è stata scoperta dai finanzieri della Compagnia di Otranto durante i controlli di tutela ambientale. I successivi accertamenti, presso l'Ufficio tecnico comunale, hanno permesso di appurare che tutta la gestione del terreno, nonché del deposito di rifiuti, era del padre della proprietaria del terreno.

La sola area, occupata dai rifiuti, per complessivi 204 metri quadrati, destinata a discarica a cielo aperto, è stata sottoposta a sequestro. Il responsabile è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per "attività di gestione di rifiuti non autorizzata".


Dall' inizio dell'anno il Comando Provinciale di Lecce ha sottoposto a sequestro, nell'intera provincia, oltre 1milione e 900mila chili di rifiuti industriali con la denuncia di 26 persone per reati concernenti l'inquinamento ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salento pattumiera, nell'uliveto discarica pericolosa

LeccePrima è in caricamento